Piazza Affari di nuovo la migliore

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

A New York crolla Apple

Best performer di giornata (e dell’anno in corso), Moncler. Podio completato dal risparmio gestito. Bene i bancari. sul fondo Saipem.

Continua la risalita del nostro indice principale che conclude la settimana con un ottimo bilancio: quattro rialzi ed un solo ribasso per un guadagno complessivo di quasi quattro punti percentuali.

Oggi Wall Street non ha aiutato le Borse del Vecchio Continente, anzi! I pessimi dati di vendita dell’i-phone stanno affossando il colosso dei colossi, Apple. Il titolo della mela sta lasciando sul terreno oltre sette punti percentuali contribuendo in maniera determinante alla discesa dei principali indici di Borsa a New York.

Londra (-0,3%) ha dovuto cedere alle vendite, Parigi (+0,3%) e Francoforte (+0,4%), pur mantenendosi in territorio positivo hanno concluso la seduta molto al di sotto dei massimi di giornata.

La giornata decisamente brillante in tutta Europa del comparto bancario ha così giovato al nostro Ftse Mib (+1,07%) sorretto anche dai titoli del risparmio gestito, in vetta alla classifica delle performance, tuttavia, ritroviamo Moncler (+5,19%) che con l’exploit odierna torna anche in vetta alla classifica dell’anno in corso, scalzando Saipem (-1,43%) costretto ad indossare la maglia nera penalizzato dalle assurde vicende giudiziarie (l’autolesionismo degli italiani non ha limiti).

Sul podio il risparmio gestito con il buon rimbalzo di Banca Generali (+4,32%) e la conferma di Finecobank (+4,37%) che conclude l’ottava con un en-plein di rialzi.

Gran balzo anche da parte di Fiat Chrysler (+4,10%), le vendite negli Usa sono andate bene, ora attendiamo i risultati delle nuove immatricolazioni nel Vecchio Continente. Gli acquisti hanno premiato anche Cnh Industrial (+2,77%) ed Exor (+1,74%), soltanto Ferrari (-1,00%) ha dovuto cedere alle vendite.

Ma arriviamo al comparto bancario che si conferma in ripresa, oggi il mercato ha premiato principalmente le popolari: Bper Banca (+4,06%), Banco BPM (+3,64%), miglior titolo della settimana, ed Ubi Banca (+2,65%), ma possono essere soddisfatti anche gli azionisti di Unicredit (+3,22%), Mediobanca (+1,33%) ed Intesa Sanpaolo (+1,04%).

En-plein di rialzi nell’ottava appena conclusa anche per Prysmian (+3,66%) che conclude così la settimana con un guadagno a doppia cifra.

Termina con un ribasso, oltre alle già citate Saipem e Ferrari, anche Luxottica (-1,28%) obiettivamente quota 55 euro comincia ad essere un livello che ha necessità di essere consolidato.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
SOLDI ALL'ESTERO? SIAMO SERI E FACCIAMO CHIAREZZA
Giornalisti la libertà di raccontare balle
BERLUSCONI VS SAVONA
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale