Piazza Affari, Leonardo Del Vecchio Paperone di Borsa

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Per il secondo anno consecutivo è Leonardo Del Vecchio il Paperone di Borsa, grazie alle partecipazioni in società quali, tra le altre, Foncieres des Regions, Generali, Luxottica, Space e Unicredit Group (valore pari a 15,165 mld). Al secondo posto della classifica pubblicata su MF-Milano Finanza, sono risaliti i Fratelli Gianfelice e Paolo Rocca (Tenaris – 11,425 mld) che scavalcano la coppia Miuccia Prada\Patrizio Bertelli (10,487 mld).

Confermate la quarta e la quinta posizione della classifica degli uomini più ricchi di Borsa dove si trovano, rispettivamente, i fratelli Benetton, le cui partecipazioni in Atlantia, Autogrill, Caltagirone Ed., Mediobanca, Pirelli&C, World Duty Free sono aumentate in valore del 7,71% (a 8,814 miliardi) ed Emmanuel Besnier (Parmalat, 3,809 miliardi).

Al sesto posto le famiglie Agnelli\Nasi che, tramite la crescita in valore delle quote di Exor (3,456 miliardi di euro, +7,13%), guadagnano una posizione rispetto al 2013. Al settimo e all’ottavo due new entry: Stefano Pessina (Walgreens, 3,395 miliardi di euro) e People’s Bank of China (3,116 miliardi). E’ la prima volta che una società cinese entra a far parte della speciale graduatoria, e lo fa grazie alle quote detenute in aziende quali Enel, Eni, Fiat, Generali Ass.ni, Prysmian e Telecom Italia.

Al nono posto dal sesto dell’anno passato l’ex premier Silvio Berlusconi (Mediaset, Mediobanca, Mediolanum, MalMed, Mondadori, valore 3,057 miliardi); al decimo le famiglie Boroli\Drago (Antena 3, Dea Capital, Generali Ass. ni, Greenitaly 1, Gtech, valore 3,026 miliardi).

Per approfondimenti visita TgCom24

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale