Piazza Affari: parte bene il secondo trimestre

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Il Ftse Mib lima il guadagno proprio nell’asta di chiusura

Vola Fiat Chrysler dopo il dato sulle immatricolazioni Usa. Stratosferico Moncler. Premiato dal mercato Mediaset. Sul fondo ancora Stm.

Dopo la giornataccia della vigilia a New York in parecchi temevano un contraccolpo negativo all’apertura delle Piazze europee. Obiettivamente, però, la guerra commerciale fra Usa e Cina potrebbe addirittura rivelarsi fruttuosa per le economie esportatrici del Vecchio Continente.

L’Italia, ad esempio, potrebbe incrementare le proprie esportazioni di vino verso il gigante asiatico. Tuttavia i mercati come noto non amano le incertezze quindi rimaniamo prudenti e non facciamoci prendere dal’entusiasmo.

Godiamoci questo rialzo del nostro Ftse Mib (+0,44%) dovuto soprattutto all’exploit dei tre titoli che sono saliti sul podio. Si tratta di Fiat Chrysler (+7,32%) sulla quale sono piovute le ricoperture dopo il dato sulle immatricolazioni del mese di marzo negli Stati Uniti, Moncler (+6,43%) che polverizza per l’ennesima volta il proprio record storico arrivando a sfiorare quota 33 euro e Mediaset (+6,38%), l’accordo con Sky Italia ha evidentemente messo le ali al Biscione.

Rialzi superiori al punto percentuale sono stati messi a segno anche da Buzzi Unicem (+1,89%), Banca Generali (+1,37%) ed UnipolSai (+1,01%) per la Compagnia emiliana la freccia verde torna così anche davanti alla performance dell’anno in corso.

Una grossa mano al nostro indice di riferimento è arrivata da Eni (+1,01%), il cui trend rialzista, iniziato proprio un mese fa, continua a dare soddisfazioni ai numerosi azionisti. Positiva anche Tenaris (+0,36%) mentre Saipem (-1,79%) ha dovuto subire l’ennesimo calo.

Sul fondo di nuovo Stmicroelectronics (-2,97%) che ovviamente paga le turbolenze del Nasdaq, vendite copiose hanno colpito anche Leonardo (-2,24%), è arrivato così il terzo calo di fila dopo un periodo nel quale il titolo aveva dato segnali di ripresa.

New York viaggia in territorio positivo anche se dopo una fiammata iniziale ora i guadagni sono meno accentuati. Gli occhi sono puntati sui titoli FAMGA che tuttavia non fanno registrare variazioni consistenti, Amazon, Microsoft e Facebook salgono di qualche decimo di punto, Apple e Google, al momento, vedono invece ancora prevalere le vendite.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
LO SPECULATORE (Prima parte): Carlo Azeglio Ciampi
FINANZA IN CHIARO MULTIMEDIALE
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale