Piazza Affari rimane indietro

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Bene le Borse europee

Vendite su bancari e utilities frenano il nostro Ftse Mib. Svetta Stm davanti a Tenaris e Saipem. Sul fondo, non a sorpresa, Atlantia.

Dopo il G20 le Borse cominciano la seconda metà dell’anno con rinnovato ottimismo. Tokyo (+2,3%) aveva dato il via alle danze con un forte guadagno ed anche le Piazze europee partivano a spron battuto.

Alla fine sono rimaste tutte in territorio positivo, anche se i guadagni, dopo l’apertura di Wall Street, si sono ridotti.

Il Cac (+0,5%) di Parigi è salito di mezzo punto percentuale, un punto il guadagno di Francoforte (+1,0%) e Londra (+1,0%).

Purtroppo il nostro Ftse Mib (+0,09%) è stato appesantito dai cali dei titoli bancari e dal prevedibilissimo storno di Atlantia (-3,23%), continuo a ripetere che magari il titolo sarebbe sceso ugualmente, ma ora naturalmente tutti faranno riferimento alle parole di Di Maio e se la Società, come aveva ipotizzato, dovesse querelare il vice Premier difficilmente un Giudice potrebbe darle torto. Vabbé.

Dicevano dei titoli bancari, questo il bilancio finale: Ubi Banca (-1,62%), Unicredit (-1,50%), Mediobanca (-1,28%), Banco BPM (-1,01%), Intesa Sanpaolo (-0,77%) e Bper Banca (-0,53%), insomma con un indice che conclude, anche se di poco in positivo … si è detto tutto.

In calo anche le utilities: Terna (-0,57%), Hera (-0,54%), Snam Rete Gas (-0,48%), Enel (-0,23%), Italgas (-0,17%) ed A2A (-0,16%).

Ma vediamo ora i titoli che hanno maggiormente sorretto il nostro indice di riferimento.

Seduta brillante di Stmicroelectronics (+4,20%) che ritrova quota 16 euro, completano il podio i petroliferi: Tenaris (+2,52%) e Saipem (+2,38%).

Solo una mezza boccata d’ossigeno per Pirelli (+2,08%), ma il titolo chiude la giornata a grande distanza dai massimi di seduta, quindi gli azionisti possono essere felici solo a metà.

Da segnalare anche l’accoppiata Unipol (+1,40%) ed UnipolSai (+1,73%) entrambi i titoli si avvicinano ai massimi dell’anno stabiliti ad aprile e maggio.

Al momento Wall Street continua la sua marcia con il Dow Jones (+0,5%) che guadagna mezzo punto percentuale, lo S&P500 (+0,8%) quasi un punto, mentre il Nasdaq (+1,1%) sale di oltre un punto percentuale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale