Piazza Affari, scampato pericolo?

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Il Ftse Mib supera indenne una prova delicata

Contrastati i bancari è ancora la galassia Agnelli a sorreggere il Ftse Mib, bene anche Saipem, Finmeccanica e WDF. In calo Stm dopo warning di Intel.

Non hanno fatto paura le scadenze tecniche e la Borsa italiana, così come le altre Piazze europee, ha concluso l’ottava con un rialzo, il bilancio settimanale, frutto di quattro rialzi ed un ribasso, è risultato quindi superiore ai due punti percentuali (+2,04%).

Dopo i primissimi minuti di contrattazione il nostro Ftse Mib (+0,47%) ha un po’ sbandato finendo in territorio negativo e facendo temere il peggio dopo lo storno della vigilia, ma i timori sono immediatamente svaniti, e gli ordini di acquisto sono tornati a rasserenare gli investitori.

Oggi possiamo davvero dire che il comparto bancario ha avuto una seduta contrastata, ai rialzi di: Mediobanca (+1,08%), Bper (+0,76%), Intesa (+0,62%), Ubi Banca (+0,27%) e BpM (+0,09%), hanno fatto da contraltare Unicredit (-0,92%), Banco Popolare (-0,77%) e Banca MPS (-0,16%).

Settimana “double digit” per Fiat (+3,55%) che con un en plein (cinque rialzi nelle cinque sedute) ha messo a segno una performance complessiva superiore ai dieci punti percentuali (+10,88%), ci sono tre titoli, però, che hanno fatto ancora meglio, sempre con un en plein Saipem (+3,52%) nell’ottava ha fatto segnare un +11,01%, Finmeccanica (+2,83%) nonostante il ribasso della vigilia ha terminato l’ottava con un +11,37% e World Duty Free (+3.19%) ha battuto tutti (+12,29%) con cinque rialzi.

Non vanno dimenticate poi le ottime performances di Prysmian (+2,30%), Enel Green Power (+2,14%), Telecom Italia (+1,78%) e Salvatore Ferragamo (+1,58%).

Completano la grande settimana della galassia Agnelli Cnh (+1,51%) ed Exor (+1,48%).

Sul fondo della classifica odierna Stmicroelectronics (-2,30%), Exane ha tagliato il rating a Neutral dal precedente Outperform, da segnalare che anche Intel, in questo momento, a New York, sta lasciando sul terreno oltre tre punti percentuali dopo un warning.

Continua a scendere Yoox (-0,78%) che ha inanellato l’ottavo calo nelle ultime dieci sedute.

Ed infine citiamo il ribasso di Atlantia (-0,74%) i cui rialzi dei giorni scorsi, a molti, sono parsi eccessivi e dettati soltanto da fini speculativi.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale