Piazza Affari sempre peggio, banche vicine al baratro

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Sale solo Brembo

Sul fondo: Mediaset, Recordati, Banco BpM, Banca Generali, Saipem, UnipolSai, Poste Italiane, Bper Banca, Italgas, Buzzi Unicem, Unipol.

Chiusa Francoforte ed altre Piazze minori europee, la settimana inizia male per le Borse del Vecchio Continente ed al solito Piazza Affari veste per l’ennesima volta la maglia nera.

Londra (-0,3%) e Parigi (-0,7%) hanno risentito del sentiment negativo che serpeggiava nelle sale operative dopo la sorprendente (ma non troppo) crisi diplomatica apertasi nel Golfo, questa mossa dell’Arabia Saudita (o di Trump?) non agevola certamente il blocco sunnita, tantomeno una migliore convivenza con gli sciiti.

Ma il surriscaldamento del mondo arabo può non essere una causa bensì l’effetto di una situazione internazionale che si ingarbuglia di giorno in giorno, a proposito, giovedì gli inglesi andranno alle urne e i sondaggi sono perlomeno contrastanti.

Da noi, qui in Italia dico, va tutto bene, non ci sono attacchi terroristici, né scioperi o manifestazioni varie, se escludiamo il fatto che è praticamente fallita la Compagnia di bandiera e che stanno saltando le Banche, per il resto pare proprio di vivere in un paradiso.

Siamo arrivati al mese di giugno, tradizionalmente il mese dedicato al pagamento di gran parte delle tasse, ma nessuno si lamenta. Certo! Vorrei vedere! Renzi ha provveduto a fare il più grande taglio delle tasse che la nostra Repubblica abbia mai conosciuto, un taglio “epocale”, talmente epocale che neanche ce ne siamo accorti.

E poi in tutta Italia splende un magnifico sole, le temperature sono gradevolissime, quasi estive, volete far cambio con la Svezia? Ma chi ci vuol vivere in Svezia! Ho visto nel fine settimana in tv il Nordea Master di golf da Malmoe: vento, pioggia, freddo, il pubblico con giacche a vento, per fortuna ha vinto un giovane italiano.

Insomma, qui in Italia va tutto bene … beh, non proprio tutto … la Borsa ad esempio.

Anche oggi gli investitori hanno preferito vendere, ma perché si vendono i nostri titoli bancari? Ormai Banca MPS è risanata da tempo, basta azzerare oltre agli azionisti anche gli obbligazionisti, subordinati o meno non cambia, non stiamo a far differenze che poi la gente non capisce, si azzera tutto così non si fanno favoritismi agli amici degli amici.

Per quanto riguarda le due venete, poi, l’Amm.Del. Viola ha solo detto che in caso di risoluzione dell’Istituto verrà chiesto a tutti coloro che hanno un fido il rientro immediato, insomma nulla di che, niente di importante.

E per concludere, guardate Brembo (+1,30%), certo è stato l’unico titolo a salire oggi sul nostro Ftse Mib (-0,99%), come dite? Un po’ poco? Ma allora siete degli avidi, mi sa tanto che ha ragione Martina, il ticket di Renzi, a chiedere a gran voce di mettere una nuova tassa su tutte le transazioni di Borsa, dobbiamo aspramente combattere questi speculatori finanziari.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale