Piazza Affari spumeggiante con le trimestrali

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Torna l’interesse sulla nostra Borsa

Boom di Saipem dopo la trimestrale, i conti hanno premiato anche Finecobank, Fiat, Luxottica ed Italgas. Una bocciatura invece penalizza Brembo.

Conti migliori delle attese per alcuni titoli quotati sul nostro indice principale hanno galvanizzato Piazza Affari. L’indice di riferimento della Borsa italiana ha di gran lunga sovraperformato gli omologhi europei.

Londra (+0,1%), Parigi (+0,2%) e Francoforte (+0,2%) hanno concluso la giornata in territorio positivo, ma appena sopra la parità, mentre il Ftse Mib (+1,1%) ha beneficiato di alcuni exploit davvero clamorosi.

Il mercato ha risposto con entusiasmo alla trimestrale di Saipem (+10,82%) che negli ultimi giorni era stata martoriata dalle vendite, il titolo ha così recuperato quota 3,6 euro e riacceso le speranze per un rally di fine anno.

Alle sue spalle Finecobank (+6,06%) polverizza il proprio record storico che risaliva allo scorso 8 agosto, il livello psicologico posto a quota 7,5 euro è stato così superato di gran carriera.

Terzo gradino del podio per Fiat Chrysler (+5,08%) di nuovo in prossimità di quota 15 euro. Una trimestrale coi fiocchi ha fatto tornare gli investitori sul titolo che nel mese in corso aveva dato segnali di “stanchezza”.

Risorge dagli inferi Luxottica (+4,87%) che alla vigilia aveva ritoccato il minimo dell’anno. La performance YTD è tutt’ora negativa, ma adesso il mercato potrebbe riscoprire un titolo forse sottovalutato.

Nuovo massimo assoluto per Italgas (+4,18%) che per la prima volta da quando è quotato ha superato quota 5 euro. Il valore al fixing (5,14 euro) può ritenersi straordinario, ma occorre sottolineare che in intraday era addirittura arrivato a toccare quota 5,40 euro.

Giornata positiva anche per i titoli del comparto bancario, il migliore è risultato Ubi Banca (+2,95%), ma senza dubbio interessanti anche le performances di Unicredit (+1,93%), Banco Bpm (+1,41%), Intesa Sanpaolo (+1,19%) e Mediobanca (+0,99%) mentre in controtendenza troviamo soltanto Bper Banca (-0,46%), e domani torna a Piazza Affari anche Banca MPS.

Galassia Agnelli in festa, oltre al guadagno di FCA, infatti anche gli altri titoli del Lingotto hanno messo a segno rialzi interessanti: Exor (+2,78%), Cnh Ind. (+2,55%) e Ferrari (+0,36%).

Giornata di realizzi per le utilities, ma le vendite si sono concentrata soprattutto su Brembo (-4,11%) penalizzato da un report di Kepler Cheuvreux che ha limato il target price a 14 euro, ed il mercato si è perfettamente allineato (fixing a 14 euro).

Ed ora uno sguardo Wall Street, indice Dow Jones al momento in forte rialzo grazie a performances stellari di 3M (+7,7%) e Caterpillar (+4,6%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale