Piazza Affari torna a salire

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Vola Stmicroelectronics

Rialzo double digit per Stm, rimbalza con vigore Azimut. Bene la galassia Agnelli. Contrastati i titoli bancari, male Buzzi Unicem.

In controtendenza Londra (-0,2%). Francoforte (+0,5%) e Parigi (+0,7%) salgono, ma è la nostra Piazza Affari a mettere a segno la miglior performance di giornata.

Il Ftse Mib (+0,85%) è stato trainato soprattutto dall’exploit di Stmicroelectronics (+10,16%), un rialzo a doppia cifra arrivato dopo aver comunicato una trimestrale decisamente migliore delle attese. Nell’ultimo quarto del 2018 si è registrato un fatturato in crescita, in crescita anche l’utile, mentre per il primo trimestre del nuovo anno si prevede una contrazione inferiore alle stime degli analisti. Insomma, solo notizie positive … ed il mercato ovviamente apprezza.

Giornata decisamente brillante anche per Azimut (+7,60%), una boccata d’ossigeno per gli azionisti che negli ultimi dodici mesi hanno visto precipitare le quotazioni del titolo.

Terzo gradino del podio per Leonardo (+2,53%) che torna a risalire dopo due battute d’arresto.

Si riprende immediatamente la galassia Agnelli, Ferrari (+2,27%) prova a tornare a dare l’attacco a quota 100, Juventus (+1,89%) non si ferma, dall’inizio dell’anno il rialzo sfiora i 47 punti percentuali, ma gli acquisti hanno premiato anche Exor (+1,68%) e Fiat Chrysler (+1,55%) rispettivamente al terzo e quarto posto nella classifica del 2019. In controtendenza solo Cnh Industrial (-0,11%).

Da segnalare l’ennesimo rialzo di Unipol (+1,66%) che supera una quota psicologica molto importante, i 4 euro, un livello risultato fatale nello scorso mese di settembre, stiamo a vedere.

Contrastato il comparto bancario con Unicredit (+0,78%), Bper Banca (+0,30%) e Mediobanca (+0,18%) che vedono prevalere gli acquisti, mentre devono cedere alle vendite Intesa Sanpaolo (-0,54%), Banco BPM (-1,69%) ed in particolare Ubi Banca (-2,04%) che conclude la seduta tristemente sul fondo della classifica.

Terzo ribasso di fila anche per Recordati (-1,73%) e ottava da dimenticare per Buzzi Unicem (-1,53%) che conclude le contrattazioni sul minimo di giornata.

Al momento Wall Street viaggia intorno alla parità, positivo il Nasdaq che guadagna circa mezzo punto percentuale grazie a qualche buona trimestrale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale