Prestiti: tipologie, interessi, costi

Redazione Commenta per primo

Per chi ha la necessità di avere qualche euro sul conto corrente sono disponibili vari prodotti bancari. Si tratta di diverse tipologie di finanziamento, la scelta della migliore dipende dalla situazione finanziaria del richiedente, ma anche dalle sue esigenze personali. Se, infatti, si considerano solo i prestiti non finalizzati, allora le proposte delle banche sono varie.

Cosa si intende per prestito non finalizzato
Un prestito non finalizzato è un finanziamento che il richiedente utilizzerà per ciò che desidera, senza presentare alla banca le varie spese che dovrà sostenere. Questo contrariamente a quanto avviene per un mutuo: chi chiede un mutuo per l’acquisto di un immobile deve utilizzare il prestito, appunto, per l’acquisto della casa. Il finanziamento ottenuto attraverso un prestito non finalizzato potrà quindi essere utilizzato come si crede, per acquistare qualcosa o anche solo per avere maggiore liquidità in banca in previsione di spese future. I finanziamenti e prestiti di IBL Banca sono vari, ognuno di essi può essere utile in specifiche situazioni.

Prestiti personali e cessione del quinto
Un prestito personale è un finanziamento da richiedere ogni qual volta si ha la necessità di avere a disposizione della liquidità aggiuntiva. Ogni banca ovviamente ha le proprie offerte commerciali. Per quanto riguarda i prestiti personali esistono comunque delle “regole” generali: in questa infografica si capisce bene come chiedere un prestito personale.

Un’altra tipologia di prestito è la cessione del quinto. In pratica il dipendente o il pensionato può restituire quanto dovuto permettendo alla banca di riscuotere fino al 20% del suo stipendio mensile. In questo caso non è il debitore che effettua un versamento mensile al proprio creditore, ma è la banca stessa che percepisce il quinto dello stipendio o della pensione, che verrà versata direttamente dal “datore di lavoro” del debitore. Anche in questo caso il rimborso del prestito non può superare le 120 rate, quindi a seconda dell’entità dello stipendio si ha anche un preciso massimale finanziabile.

Prestiti di consolidamento
Se si possiedono invece più prestiti da estinguere, è opportuno rivolgersi verso altri prodotti, come ad esempio il finanziamento per consolidamento debiti o il prestito con delega.

Il prestito di consolidamento debiti si utilizza quando si hanno vari finanziamenti in atto e si desidera estinguerli attraverso un unico prestito. La banca, in pratica, riunisce tutti i finanziamenti in uno solo, proponendo anche un ulteriore finanziamento.

Nel caso del prestito con delega, invece, chi ha già un singolo finanziamento in atto richiedere un’ulteriore somma di denaro. Questo caso si può verificare ad esempio quando si ristruttura la casa, o quando i figli vanno all’università ma si sta ancora pagando il mutuo per la prima casa.

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale