E’ sempre Wall Street ad infondere ottimismo

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

In Europa torna la fiducia a Francoforte

Bene i bancari, buoni rimbalzi per Tenaris, Telecom e Buzzi Unicem. Sul fondo le utilities, maglia nera per Enel, giù anche Campari. 

Partita in territorio positivo, sulle Borsa italiana, nelle prime ore di negoziazione, arrivano solo vendite, al punto che il nostro indice principale scende sotto la linea della parità, ma da quel momento il sentiment, letteralmente, si inverte, e tornano prepotentemente gli acquisti.

A far tornare l’ottimismo, ancora una volta, Wall Street, i futures sugli indici americani infatti guardano sempre verso l’alto e così anche tutte le Piazze europee si adeguano.

Alla fine Parigi (+0,3%) e Londra (+0,6%) concludono la giornata con l’ennesimo rialzo, ma è Francoforte (+0,8%) a far segnare la miglior performance grazie in particolare a SAP (+2,1%) che beneficia del ritrovato ottimismo sui titoli del comparto tecnologico, tuttavia occorre realmente capire gli stratosferici guadagni che sta avendo il titolo Adidas (+1,8%), certo il titolo sta salendo praticamente ininterrottamente dall’inizio del 2015, ma i rialzi messi a segno in questi ultimi due trimestri lasciano davvero senza parole.

Ed arriviamo alla nostra Piazza Affari, il Ftse Mib (+0,61%) oggi è stato sorretto dai titoli del comparto bancario, sui primi due gradini del podio sono saliti oggi Banco BPM (+3,74%) ed Ubi Banca (+3,32%).

Sul gradino più basso del podio Tenaris (+3,21%) che per gran parte della seduta era risultato il best performer.

Rimbalza anche Telecom Italia (+3,19%) che ha preceduto l’altra Popolare: Bper Banca (+3,14%).

Completano la brillante giornata del nostro settore principe Unicredit (+2,22%), Mediobanca (+1,52%) ed Intesa Sanpaolo (+0,71%).

Inverte la rotta anche Buzzi Unicem (+2,38%) e beneficia dell’ottimismo di Time Square Stmicroelectronics (+2,26%).

Oggi hanno pagato dazio le utilities, e naturalmente non poteva essere altrimenti.

Maglia nera di giornata ad Enel (-1,07%), ma in rosso finiscono anche Italgas (-0,84%), Terna (-0,63%), Snam (-0,49%), mentre si salvano, seppur di poco dalle vendite, Hera (+0,06%) ed A2A (+0,07%).

Frecce rosse infine anche per Moncler (-1,07%) e Campari (-1,03%).

Wall Street al momento continua la sua cavalcata, salgono il Dow Jones (+0,6%) e lo S&P500 (+0,8%), ma vola letteralmente il Nasdaq (+1,8%) beneficiando in particolare dei rialzi messi a segno da Amazon (+3,9%), Apple (+2,2%) e Google (+2,2%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
Posts not found. Pleae config this widget again!
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale