• Seduta prevedibile a Wall Street
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Dopo il week-end lungo e la celebrazione della Festa dell’Indipendenza la Borsa americana è tornata a contrattare a pieno regime. Non ci sono state sorprese, il Dow Jones (-0,01%) e lo S&P500 (+0,15%) hanno navigato intorno alla parità mentre il Nasdaq (+0,67%) ha messo a segno un rimbalzo. A pesare sull’indice più vecchio del mondo il comparto petrolifero: Chevron (-1,60%) ed Exxon

    Continua ...
  • Wall Street torna a salire
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Nonostante, come avevamo previsto, la Yellen ha "annunciato" un rialzo dei tassi in questo mese e dichiarato che “gli investitori dovrebbero tenersi pronti per una stretta monetaria a ritmi più rapidi”. La risposta del mercato ha spiazzato tutti. Mentre parlava la Governatrice il calo è risultato misurato e successivamente, come sempre accade ormai da diverso tempo, gli investitori

    Continua ...
  • Il Dow Jones è arrivato a 12
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Dodici rialzi consecutivi, e dodici massimi assoluti, non so se sia mai accaduto da quando si calcola il Dow Jones (1896), penso che sia un record storico. Anche oggi un guadagno minimo (+0,08%), ma un guadagno, ed ecco il maggior fixing di sempre: 20.837,44 punti. Sono stati più i titoli che hanno terminato le contrattazione facendo segnare un ribasso (19)  che non quelli che hanno

    Continua ...
  • Wall Street batte tutti i record
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Soltanto nella parte finale della seduta sono arrivate delle vendite che non hanno permesso ai principali indici di terminare sul massimo di giornata, ma comunque sono stati battuti tutti i record: il Dow Jones (+0,59%) ha fatto segnare al fixing 20.172,40 punti, lo S&P500 (+0,58%) 2.307,87 punti ed il Nasdaq (+0,58%) 5.715,18 punti. Wall Street si sta gonfiando come non mai e l’effetto

    Continua ...
  • Wall Street in calo nonostante siano arrivate ottime notizie dal mercato del lavoro
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Un dato davvero impressionante: le prime richieste di sussidi alla disoccupazione sono state 234.000, un dato così basso non si riscontrava da 43 anni!!! Eppure? Eppure tutti i tre indici principali della Borsa americana hanno concluso le contrattazioni facendo segnare un ribasso. Per quanto riguarda il Dow Jones (-0,37%) si è trattato del quinto calo consecutivo. Certo stiamo parlando di

    Continua ...
  • Wall Street poco mossa, quasi ferma
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Va bene così, non roviniamo ai risparmiatori questi giorni di festa, i listini di Borsa sono saliti tanto negli ultimi mesi, ma si doveva finire in bellezza consolidando con sedute “tranquille” i livelli stratosferici raggiunti. Dopotutto le prime richieste di sussidi alla disoccupazione sono scese così come la quotazione del dollaro, quindi anche sul fronte macro, e su quello valutario,

    Continua ...
  • Wall Street si muove solo sul finale
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Una seduta assolutamente natalizia, pensate che il range del Dow Jones è risultato di soli 35 punti (meno dello 0,18%!!!), solo qualche acquisto sul finale ha permesso a tutti e tre i principali indici statunitensi di terminare la giornata con una freccia verde. E’ Natale! Wall Street ha così fatto l’ennesima “buona azione” non scontentando nessuno. Nessun titolo, fra i trenta che

    Continua ...
  • Wall Street: domina la prudenza
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    L'atmosfera natalizia anestetizza i listini di Borsa Si termina sul minimo di seduta, ma il ribasso è molto contenuto e la volatilità completamente assente. Sul Dow Jones meno di 45 punti (lo 0,22%) hanno diviso il massimo (19.986,56 punti) dal minimo (19.941,96 punti) di giornata, un dato che si commenta da solo. Il dato macro più interessante riguardava le vendite di case esistenti che

    Continua ...
  • Wall Street: un altro record storico
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Ancora una seduta positiva Oltre Oceano Il Nasdaq guadagna oltre un punto percentuale, ma è ancora il Dow Jones a ritoccare il proprio massimo assoluto. Su i bancari, in calo i farmaceutici. La Borsa statunitense non si ferma e continua a ritoccare i propri massimi assoluti, l’indice Dow Jones oggi al fixing ha fatto segnare 19.216,24 punti una quotazione che meno di un mese fa nessun

    Continua ...
  • Wall Street contrastata, sale il DJ scendono S&P500 e Nasdaq
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Apertura decisamente negativa per gli indici a stelle e strisce, ma per tutta la prima parte della seduta sui book sono arrivati solo ordini di acquisto, dopo un periodo di assestamento tornavano le vendite, quindi, il rimbalzo finale. Ha maggiormente sofferto il Nasdaq (-0,63%) mai arrivato sopra la parità, gravato dal calo di Apple (-2,25%) che comunque ha terminato le contrattazioni sui

    Continua ...
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale