• Banche: un problema europeo
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Le previsioni di un rallentamento della crescita economica a livello internazionale sono pressoché unanimi e tutt’altro che una sorpresa visto che se ne parla ormai da diverso tempo, ma a far paura al mercato non sarà uno zero virgola in meno davanti alla crescita del Pil a livello globale, quanto la fine del Quantitative easing in Europa. Tutti si chiedono: Draghi cosa farà? In attesa

    Continua ...
  • Draghi nel panico ostenta tranquillità
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Sostengo da diverso tempo, da anni, che la Bce per salvare l’euro (o meglio, per proseguirne l’agonia), si è infilata in un “cul de sac” dal quale non riesce a venirne a capo. Il fatto è che l’idea stessa di moneta unica, o, più correttamente, di monete diverse vincolate da un cambio fisso, è pura follia, quindi non si trova una soluzione semplicemente perché soluzione non

    Continua ...
  • Incredibile Wall Street
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Continuano le giornate vietate ai cardiopatici sulla Borsa di New York. La settimana si è conclusa con un’altra seduta-bingo nella quale gli indici di Wall Street sono stati sballottati in su e in giù come la pallina di un flipper. Il Dow Jones partiva in territorio positivo sui 24.000 punti, nelle prime tre ore di contrattazione perdeva 600 punti precipitando a quota 23.400 punti, poi,

    Continua ...
  • Draghi dice: “L’Europa corre, ma avanti col Qe”, non è una contraddizione?
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Il Quantitative easing non è solo uno strumento “non convenzionale” di politica monetaria che serve ad iniettare liquidità nel sistema, ma è L’ULTIMA SPIAGGIA, l’opzione alla quale i banchieri centrali ricorrono quando tutte le altre misure non hanno ottenuto alcun risultato. Insomma … l’arma della disperazione. E se fallisce … Non voglio spaventare nessuno, ma il

    Continua ...
  • La fake new della ripresa economica italiana
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Renzi e Gentiloni non perdono occasione per vantarsi di aver riportato l’Italia alla crescita economica, naturalmente si tratta di una gigantesca fake new. Innanzitutto è una ripresa della quale gli italiani “non se ne sono accorti”, ed in ogni caso, come è facilmente dimostrabile, è dovuta per la quasi totalità a due fattori esogeni (cioè estranei ai nostri Governi) e specificamente:

    Continua ...
  • Renzi, PD e Bankitalia: “ e mo famo ’sta sceneggiata”
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Ignazio Visco è stato riconfermato Governatore della Banca d’Italia. Finisce in farsa la sceneggiata di Renzi, non c’era di che dubitarne. Ciò che è accaduto è lampante, ma forse è bene ricapitolare gli avvenimenti, così, tanto per fare chiarezza. E’ iniziata la campagna elettorale ed ovviamente Renzi è in trincea, egli aveva dichiarato, prima del referendum costituzionale del 4

    Continua ...
  • La Fed ridurrà il suo bilancio … ma con calma. E la Bce?
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Tranquilli … state tranquilli! E’ vero, una Banca Centrale dovrebbe avere un bilancio molto contenuto, tuttavia, se durante gli anni di crisi, per frenare le conseguenze nefaste di un Pil in calo, è “costretta” a operare in maniera anticiclica, aumentando anche molto significativamente il proprio bilancio, questo non sarà un grosso problema, negli anni di crescita economica che, come

    Continua ...
  • Che cos’è il Quantitative easing?
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Viene denominato con il termine inglese di Quantitative easing il riacquisto, da parte della Banca Centrale, di “attività”, cioè principalmente di titoli del debito pubblico. Spesso, però, parlando di Quantitative easing, si finisce per perdersi in tecnicismi che ci allontanano dalla comprensione di questo strumento che, sia ben chiaro, è vecchio quanto la moneta. Ed allora vorrei

    Continua ...
  • Draghi vuol fare la colomba, ma il mercato non gli crede
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Attesissima la dichiarazione di Draghi susseguente all’annuncio sui tassi che, naturalmente, sono rimasti invariati. Il Presidente della Bce, per la verità, aveva già detto che eventuali novità ci sarebbero state solo in autunno, ma i traders fanno il loro mestiere, per loro non c’è mai un momento di “attesa”, d’altronde chi capisce per primo quali saranno gli sviluppi …

    Continua ...
  • Perché Draghi ha un problema serio. Europa ad un bivio
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Doveva essere una riunione “di routine”, insomma una cosa che nel gergo dei grandi giri ciclistici viene denominata come “tappa di trasferimento”, ma quella odierna rischia invece di diventare una riunione problematica per Mario Draghi e la sua Bce. Il problema è sempre quello, il Quantitative easing, o meglio l’avvio del cosiddetto tapering, ossia del programma di riduzione

    Continua ...
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale