• Da MoneyFarm e UBS arriva un’infografica su debito pubblico e il suo prezzo sui mercati
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Milano, 26 settembre 2013 - Tutti sanno a grandi linee cos’è il Debito Pubblico e qual è il panorama europeo. Ogni giorno si sente parlare di Spread o di Deficit. E’ ormai noto che l’Italia, tra i Paesi dell’Unione Europea più colpiti dalla crisi (Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna), vanta il più alto debito pubblico, cresciuto costantemente nel corso degli anni.  È per

    Continua ...
  • Bce: ok Eurozona, in Italia più “rischi” su obiettivi deficit 2013
    Redazione Commenta per primo

    Roma, 12 set. (TMNews) - Spiragli di miglioramento dall'economia dell'area euro, secondo la Bce, ma in Italia aumentano i rischi per il conseguimento dell'obiettivo di disavanzo delle amministrazioni pubbliche nel 2013. I dati di cassa fino a luglio 2013 indicano un fabbisogno finanziario cumulato di 51 miliardi di euro, in aumento da quasi 28 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2012:

    Continua ...
  • L’Ocse raffredda l’ottimismo: Italia è ancora in recessione
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Roma - L'Italia resterà, alla fine del 2013, l'unico Paese del G7 ancora in recessione. Le stime dell'Ocse, rese note ieri, raffreddano le speranze di ripresina per fine anno, che invece dovrebbe chiudersi con un pesante calo del Pil: -1,8%. Nell'Eurozona, Germania e Francia mostrano un terzo e un quarto trimestre in buona ripresa, mentre per il nostro Paese rimane il segno meno. «Gli

    Continua ...
  • Allarme lavoro, Cna: a fine del 2013 si rischiano 3,5 milioni di disoccupati
    Redazione Commenta per primo

    A giugno il numero degli occupati, circa 22 milioni e mezzo, ha raggiunto il valore più basso del nuovo secolo Alla fine del 2013 gli italiani che non hanno un lavoro - si legge in una nota del Centro Studi Cna - potrebbero arrivare a 3 milioni e mezzo: 400mila in più dei 3 milioni e centomila di oggi. Nel frattempo, a giugno, il numero degli occupati, circa 22 milioni e mezzo, ha

    Continua ...
  • Nessuno ama l’Italia
    Redazione Commenta per primo

    Tutto ciò che ha scritto Magdi Cristiano Allam nell’articolo pubblicato ieri è verissimo (cfr: Il Giornale 5 agosto 2013). Infatti, è diventato sempre più difficile dichiarare che si ama l’Italia, visto che i diritti degli immigrati vengono quasi sempre anteposti a quelli degli italiani. Ma è ormai da diversi anni che mettere in luce quali siano i terribili danni inferti dalla

    Continua ...
  • Grillo lancia sondaggio sul web, chi comanda in Italia?
    Redazione Commenta per primo

    "Chi comanda in Italia?". E' l'ultimo sondaggio che Beppe Grillo lancia sul suo blog. Il leader del M5S, commentando le 13 risposte (la quattordicesima è aperta) da votare, prende spunto per attaccare politica estera, economica ed industriali degli ultimi anni. "La politica economica la detta la Germania, la politica estera gli Stati Uniti che ci usano come portaerei nel Mediterraneo, la

    Continua ...
  • La corsa verso l’abisso
    Redazione Commenta per primo

    La società italiana e il suo governo attuale sembrano davvero un camion che perde pezzi mentre corre sempre più in fretta verso un precipizio. Nessuno mette mano al freno, anzi: l’aspetto più terrificante della situazione è l’assoluta tranquillità del pilota e di coloro che lo circondano. Guardano tutti la strada davanti a sé senza vedere neanche il più piccolo ostacolo. La condanna di

    Continua ...
  • Parlamentari guadagnano sei volte più di un cittadino medio
    Redazione Commenta per primo

    Il 60% in più della media Ue: un deputato italiano porta a casa uno stipendio lordo mensile che supera i 16mila euro. In Inghilterra, i sudditi di Sua Maestà si accapigliano sull'opportunità di aumentare gli stipendi dei parlamentari: da 66.396 sterline a 74mila. L'11% in più, corrispondente a circa 9mila euro; a fronte, peraltro, della riduzione di alcuni benefit e privilegi

    Continua ...
  • La crisi del Portogallo e i rischi per l’Italia
    Redazione Commenta per primo

    Come Roma, Lisbona ha fatto molti passi avanti nella riduzione del debito ma poco o nulla per liberalizzare i mercati e rendere meno rigido il lavoro. Con la sua politica espansiva la Bce sta evitando l'effetto contagio, ma senza riforme siamo sempre a rischio.  In seguito alle dimissioni del ministro delle Finanze e del ministro degli Esteri del Portogallo, si è avuta una forte flessione dei

    Continua ...
  • S&P taglia il rating dell’Italia a “BBB” “Mantenete l’Imu e l’aumento dell’Iva”
    Redazione Commenta per primo

    Lo schiaffo dell’agenzia americana: prospettive peggiorate, outlook negativo. «Nel 2014 si rischia altro declassamento». Le stime: Pil 2013 - 1,9% e debito al 129% Letta: restiamo sorvegliati speciali L’agenzia S&P ha tagliato il rating di lungo termine dell’Italia a BBB da BBB+ con outlook negativo. «Nel 2013 gli obiettivi di bilancio in Italia sono potenzialmente a rischio per

    Continua ...
Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale