• Wall Street polverizza tutti i record
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Trump infiamma le Borse di tutto il mondo promettendo “un taglio epocale alle tasse” ed investimenti infrastrutturali per 1.000 miliardi di dollari. Ciliegina sulla torta l’aumento dell’indice ISM, quello che monitora il settore manifatturiero, salito a 57,7 punti, il dato più alto da oltre due anni. Per la verità altri dati macro non sono stati proprio esaltanti, le spese per

    Continua ...
  • Wall Street contrastata, nuovo record per il Nasdaq
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    L’indice tecnologico non si ferma e mettendo a segno l’ottavo rialzo in queste prime nove sedute del 2017 ritocca per l’ennesima volta il proprio massimo assoluto portandolo a 5.574,12 punti. Dati macro inferiori al consenso, con l’indice sulla fiducia dei consumatori che perde un decimale (da 98,2 a 98,1) anziché guadagnarne tre come nelle previsioni e le vendite al dettaglio salite

    Continua ...
  • Dow Jones e Nasdaq totalmente contrastati
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Su il DJ, giù il Nasdaq Volano Goldman Sachs e JP Morgan, in calo Intel, Visa e Pfizer. Sul Nasdaq forti vendite su Qualcomm, Micron Tech, Seagate Tech e Nvidia. Non capita spesso che i due indici di Borsa statunitensi abbiano una divergenza così marcata, il Dow Jones (+0,36%) ha guadagnato quasi mezzo punto percentuale, mentre il Nasdaq (-1,5%) ha perso un punto e mezzo

    Continua ...
  • Wall Street, una seduta sulla quale riflettere
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Il Nasdaq (-1,05%) perde oltre un punto percentuale, ed anche lo S&P500 (-0,27%) termina la seduta in calo mentre il Dow Jones (+0,01%) riesce a mantenere un marginale guadagno, ma se le performances sono state così diverse una cosa ha accomunato i tre principali indici di Borsa americani: hanno concluso le contrattazioni sul minimo di giornata. Un aspetto non secondario e sul quale

    Continua ...
  • Trump fa volare Wall Street
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Il Dow Jones polverizza il proprio record storico Volano i titoli del comparto bancario e farmaceutico. In netto calo i colossi della tecnologia e del mondo internet. L'elezione di Trump e la rotazione settoriale. Wall Street a favore della Clinton e contraria a Trump? Ma che dite! E’ esattamente il contrario! Le grandi Banche contro Trump?!? Assolutamente no!!! Sapete in Borsa quanto ha

    Continua ...
  • Vince Trump: Wall Street vola ritoccando il record storico
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Massimo assoluto per il DJ, toccato in intraday Vola Caterpillar sui massimi da quasi due anni. Completano il podio i farmaceutici Pfizer e Merck. A seguire i bancari JPM e Goldman Sachs. Follia pura. Ci hanno detto che la finanza era schierata in maniera compatta e univoca per Hillary Clinton e se avesse vinto Trump, per Wall Street, sarebbe stata una catastrofe. Ed allora andiamo a

    Continua ...
  • Wall Street: ancora un piccolo rialzo
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Guadagnano due decimi di punto il Dow Jones (+0,22%) e lo S&P500 (+0,22%), mentre risulta assolutamente frazionale il rialzo per il Nasdaq (+0,05%) appesantito dal crollo di Intel (-5,93%) che ha annunciato una buona trimestrale, ma un prudente outlook. Vendite anche sui prodotti di largo consumo, Procter & Gamble (-2,18%) scende per la terza seduta di fila e Johnson & Johnson

    Continua ...
  • Wall Street: continuano le montagne russe
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Termina in calo Wall Street in una giornata priva di dati macro, il mercato è parso “nervoso”, sembra infatti che la Bce stia riducendo l’ammontare dei suoi acquisti, a riferirlo una fonte autorevole, Bloomberg, ma non ci sono conferme del fatto. Per quanto riguarda il Dow Jones (-0,47%) ha tenuto ancora una volta quota 18.100 punti, quando ci siamo avvicinati a questo livello è

    Continua ...
  • Borse: giù anche Wall Street
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    La Borsa americana non ha fatto eccezione, in una giornata negativa per tutti i listini azionari globali, gli Stati Uniti si sono adeguati e dopo aver terminato con un ribasso la scorsa settimana  hanno iniziato in maniera ancora peggiore la nuova. Alcuni hanno parlato di una prudenza dovuto al primo “duello” televisivo per le presidenziali, personalmente ritengo che le campagne

    Continua ...
  • Wall Street ancora incerta
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    A prevalere sono state le vendite, ma la chiusura lontana dai minimi di giornata, e l’influenza dello stacco di alcuni dividendi (Goldman Sachs, Home Depot e McDonald’s), giustificano ampiamente il leggero segno negativo, scacciando alcuni fantasmi che potevano materializzarsi all’orizzonte. O no? Beh! Insomma! Non è che non sia successo nulla, 13 miliardi di euro di multa ad Apple

    Continua ...
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale