• Ora interrogate Napolitano anche sullo spread
    Redazione 1 Commento

    Fare chiarezza sulla mafia è importante, quanto sapere come le istituzioni abbiano fronteggiato la speculazione finanziaria internazionale e le ingerenze straniere sui governi Per una volta nella sua vita Giorgio Napolitano si è comportato da ingenuo. Nel consentire, in nome del rispetto della magistratura, che i giudici di Palermo salissero al Quirinale per interrogarlo sulla

    Continua ...
  • Riina e Bagarella al Quirinale?
    Giancarlo Marcotti 3 Commenti

    E’ un’eventualità possibile, anzi probabile, il 28 ottobre potrebbero varcare la soglia del Quirinale Totò Riina detto “u’ curtu” ed il cognato Leoluca Bagarella detto “Don Luchino”. I due, imputati nel processo che riguarda la trattativa Stato-Mafia, hanno infatti chiesto di essere presenti alla deposizione di Giorgio Napolitano che si terrà appunto nella “casa” del

    Continua ...
  • Gli amici mafiosi del giudice Esposito
    Redazione 1 Commento

      Quelle «amicizie pericolose» del giudice Antonio Esposito, il presidente di sezione della Corte di Cassazione che ha condannato definitivamente Silvio Berlusconi cacciandolo dalla scena politica. I rapporti stretti, confidenziali, che legano il giudice a uomini politici e professionisti indagati per associazione mafiosa, emergono dall'inchiesta Plinius, che nel luglio scorso ha

    Continua ...
  • La mafia è sicuramente da condannare ma il suo modello economico è da imitare
    Roberto Domenichini Commenta per primo

    Una delle tematiche che tiene banco in questi giorni è legata all'utilizzo del contante. O meglio a stabilire quale sia la cifra al di sopra della quale c'è il sospetto di riciclaggio o evasione fiscale. Partiamo subito da un assioma che spiegherò nel proseguio dell'articolo: se le transazioni economiche avvenissero esclusivamente in contanti non ci sarebbero crisi economiche! L'unico

    Continua ...
  • I Pm trascinano Napolitano in aula
    Redazione Commenta per primo

    Altro che sobrietà. Altro che «senso del limite» delle toghe, auspicato qualche giorno fa dal presidente della Repubblica. I pm di Palermo, i limiti, li superano tutti. E a dispetto della Consulta, che ha dato loro torto nel conflitto di poteri sorto con il Quirinale sulle intercettazioni del capo dello Stato, alzano il tiro e mirano, dritti, al Colle: Giorgio Napolitano, per loro, deve

    Continua ...
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale