• Wall Street: è quasi panico
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Crolla nuovamente il Nasdaq Seduta disastrosa per gli indici americani. Titoli farmaceutici, biomedicali e biotecnologici particolarmente sotto pressione. Si salva J&J. I mercati finanziari sono di nuovo in balia di violenti scossoni e Wall Street è al centro di questa bufera. Dopo il rimbalzo susseguente ai crolli dei listini dello scorso mese siamo nuovamente vicini ai minimi

    Continua ...
  • Wall Street a nervi scoperti
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Seduta folle a New York Questo il bilancio finale di una pazza seduta a Wall Street: Dow Jones (-1,66%), S&P500 (-1,53%) e Nasdaq (-1,05%). Incapace di reagire, quasi incosciente per la quasi totalità della seduta, la Borsa americana ha vissuto una delle sue giornate più drammatiche, certo, altre volte gli indici americani avevano avuto ribassi anche molto superiori rispetto a quello

    Continua ...
  • In Borsa occorre vedere le cose in anticipo … ma non troppo
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Dopo il -8,5% di ieri, oggi l’indice di riferimento della Borsa di Shanghai, il SSE Composite, è nuovamente crollato (-7,6%) scendendo sotto quota 3.000 punti. Ora anche il bilancio del 2015 è passato negativo (-7,6%), ma il guadagno negli ultimi dodici mesi rimane decisamente elevato (+32,9%). Insomma potremmo dire che anche la Cina ha avuto il suo “Nasdaq del 2000”. Ed in

    Continua ...
  • La Borsa americana pone questioni inquietanti
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Come può accadere che un indice di Borsa in una seduta in cui il 64% dei titoli che lo compongono termina le contrattazioni con un ribasso, possa far segnare al fixing un rialzo dell’1,45%??? La risposta è ovvia, soltanto nel caso in cui si verifichino contemporaneamente due condizioni particolari: la prima è che fra il 36% delle società che hanno chiuso con un rialzo ci siano stati dei

    Continua ...
  • Dobbiamo aver paura del collasso della Borsa cinese?  
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Oggi l’indice di riferimento della Borsa di Shanghai, l’SSE Composite, ha avuto un buon rimbalzo avendo guadagnato il 5,8%, i mercati finanziari cinesi hanno così tirato un bel sospiro di sollievo, ma naturalmente non è sufficiente l’odierna risalita per poter dire che “è passata la bufera”. Hanno un bel dire gli economisti ed i traders che quel che stiamo vedendo da un anno a

    Continua ...
  • Nasdaq: storia di un record
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Giornata davvero storica per la Borsa americana, il record dei record è stato battuto. Quando nel marzo del 2000 il Nasdaq cominciò a crollare e mi resi conto che era scoppiata una delle più grandi bolle finanziarie della storia pensai che non avrei vissuto abbastanza per tornare a rivedere l’indice dei titoli tecnologici su quei livelli. Evidentemente mi sbagliavo ancora una volta,

    Continua ...
  • Wall Street chiude l’ottava in bellezza
    Giancarlo Marcotti 2 Commenti

    En plein di rialzi per il Nasdaq Molto bene Nike, Chevron e Wal Mart. In calo Unitedhealth, Du Pont e di nuovo Apple. Sul Nasdaq vola letteralmente Biogen Idec. Il Dow Jones e lo S&P500 alternano sedute rialziste e ribassiste, pur con un trend positivo, il Nasdaq sale sempre, ed oggi ha superato di nuovo quota 5.000 punti. Le performance di alcuni titoli del comparto biotecnologico

    Continua ...
  • Wall Street … e tre
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Il Nasdaq vola Molto bene Intel, Chevron e Unitedhealth, mentre terminano in rosso Coca Cola, Ibm e McDonald’s. Sul Nasdaq ancora in luce il comparto biotech. Dopo due rialzi Wall Street non smentisce il proverbio mettendo a segno una splendida seduta, la migliore dell’anno, ed ancora una volta è il Nasdaq a brillare di più, guidato da Apple che ha presentato l’ennesima trimestrale

    Continua ...
  • Le bolle speculative non si vedono … poi … scoppiano
    Giancarlo Marcotti 9 Commenti

    Sta per concludersi l’ennesimo mese con un bilancio positivo per Wall Street, è il sesto di fila, il decimo negli ultimi undici mesi (ha fatto eccezione solo il “gelido” gennaio) ed il diciassettesimo negli ultimi venti. In questi ultimi venti mesi il Dow Jones ha guadagnato il 29,43%, lo S&P500 il 38,72% ed il Nasdaq il 47,36%. La domanda da porsi, quindi, non può essere altro

    Continua ...
  • Wall Street: difficile capire cosa ci sia da festeggiare
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Giornata estremamente positiva per i mercati azionari Salgono Visa, 3M e United Technologies, Scendono Unitedhealth, J&J ed Ibm. Sul Nasdaq vola Yahoo e cala ancora Staples. La situazione geopolitica internazionale non è mai stata così incandescente, c'è chi apertamente parla addirittura di rischio terza guerra mondiale e le Borse salgono come non mai. C'è da chiedersi: cosa c'è

    Continua ...
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale