• Wall Street: non ci sono alternative ai “Buy”
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Ormai è diventata una costante, ogni storno per Wall Street diventa un’ottima occasione d’entrata. Il Nasdaq da questo punto di vista è emblematico. Giovedì scorso aveva perso il 2,13%, ma già il giorno successivo aveva recuperato lo 0,64% ed oggi l’1,34%. Ed eccoci quindi di nuovo in vista del massimo storico. Finora, nel 2017, il Nasdaq ha guadagnato il 17,8%, lo S&P500 il

    Continua ...
  • Straordinaria prova per il Dow Jones. Nuovo record storico
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Partenza positiva per l’indice più vecchio del mondo, tuttavia, dopo la chiusura delle Piazze europee, sono inaspettatamente arrivate copiose vendite. Venivano così dapprima azzerati i guadagni e successivamente il Dow Jones scendeva anche al di sotto della linea della parità. Quando tutto lasciava supporre che avremmo assistito ad una seduta di storno, dopo il nuovo massimo storico

    Continua ...
  • Wall Street, fiduciosa, fa un piccolo passo avanti
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Prendono coraggio sul finale e così i principali indici di Borsa a stelle e strisce concludono la seduta facendo segnare un rialzo. La giornata di domani è già stata ribattezzata il supergiovedì. Fin dalla prima mattinata infatti i britannici si recheranno alle urne, l’esito non pare scontato, ma è difficile attendersi delle sorprese, Draghi ci parlerà del suo Quantitative easing e

    Continua ...
  • Wall Street: giù il dollaro, su la Borsa
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Continua la solita litania, lo scrollone di mercoledì scorso è rimasto un “unicum”, sembra proprio sia stato fatto apposta per spaventare qualcuno, indurlo a vendere, per poter quindi acquistare a prezzi più convenienti. Il VIX è già tornato sotto quota 11 punti e dopo tre rialzi consecutivi l’indice di riferimento della Borsa americana, lo S&P500, si trova in prossimità del

    Continua ...
  • Wall Street da sbadigli
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Anche oggi soltanto 70 punti, lo 0,33%, proprio come venerdì scorso. Di cosa stiamo parlando? Del range, o campo di variazione, insomma della differenza fra il valore massimo e quello minimo toccato in giornata dall’indice Dow Jones. Wall Street sta diventando di una noia mortale, d’altronde se non ci sono notizie che possano movimentare i listini gli investitori si adeguano ed operano in

    Continua ...
  • Strana seduta a Wall Street. Nuovo massimo storico per il Nasdaq
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Cosa sia accaduto in quell’ora e un quarto, dalle 16:30 alle 17:45 (dalle 10:30 alle 11:45 ora di New York), al momento non è dato a sapere. In quel lasso di tempo sui listini americani si sono abbattute improvvisamente forti vendite, il Dow Jones, ad esempio, è passato dai 19.940 ai 19.810 punti, per poi recuperare ed andare a concludere la seduta nuovamente in area 19.900 punti. Si

    Continua ...
  • Dow Jones e Nasdaq totalmente contrastati
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Su il DJ, giù il Nasdaq Volano Goldman Sachs e JP Morgan, in calo Intel, Visa e Pfizer. Sul Nasdaq forti vendite su Qualcomm, Micron Tech, Seagate Tech e Nvidia. Non capita spesso che i due indici di Borsa statunitensi abbiano una divergenza così marcata, il Dow Jones (+0,36%) ha guadagnato quasi mezzo punto percentuale, mentre il Nasdaq (-1,5%) ha perso un punto e mezzo

    Continua ...
  • Wall Street, una seduta sulla quale riflettere
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Il Nasdaq (-1,05%) perde oltre un punto percentuale, ed anche lo S&P500 (-0,27%) termina la seduta in calo mentre il Dow Jones (+0,01%) riesce a mantenere un marginale guadagno, ma se le performances sono state così diverse una cosa ha accomunato i tre principali indici di Borsa americani: hanno concluso le contrattazioni sul minimo di giornata. Un aspetto non secondario e sul quale

    Continua ...
  • Wall Street scende, ma le quotazioni rimangono lunari
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    Seduta vissuta totalmente al di sotto della linea della parità Un calo tutto sommato modesto a Wall Street, tuttavia se anche non ha permesso il quinto record storico consecutivo, gli indici di Borsa americani sono rimasti comunque su livelli stratosferici. Nessun dato macro è stato diffuso in giornata, gli investitori hanno rivolto così il loro sguardo al prezzo del petrolio, salito 

    Continua ...
  • Wall Street: ancora un record storico, ma lo storno è vicino
    Giancarlo Marcotti Commenta per primo

    I titoli bancari sostengono il Dow Jones, bene anche Caterpillar. Di nuovo giù il Nasdaq, l'elezione di Trump non giova ai titoli tecnologici. Sesto rialzo di fila per il Dow Jones e terzo record storico consecutivo. La sensazione, però, è che all’indice più vecchio del mondo cominci a mancare un po’ di benzina. Oggi, ad esempio, non solo lo S&P500 (-0,01%) ed il Nasdaq (-0,36%)

    Continua ...
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale