Tasi: nuovo rinvio, forse, chissà……

Redazione Commenta per primo

Acconti Tasi verso un rinvio a ottobre. La conferma è giunta ieri da Piero Fassino, presidente dell’Anci: il primo appuntamento con la Tasi dovrebbe (il condizionale  è ormai il tempo verbale più comune)  slittare al 16 ottobre per i contribuenti dei comuni che non deliberano le aliquote entro domani.

Per le poche amministrazioni locali che hanno già approvato le aliquote rimane ferma la data del 16 giugno, in concomitanza con il pagamento dell’acconto Imu.

Dunque, mentre la nota ministeriale diffusa nei giorni scorsi indicava un differimento dell’acconto della nuova imposta sui servizi indivisibili a settembre, il presidente dell’Anci ha dichiarato ieri che con il ministero dell’economia e delle finanze l’accordo è che il pagamento della prima rata Tasi dovrebbe essere rinviato al 16 ottobre, ma solo per i cittadini che possiedono immobili nei comuni che non hanno deliberato le aliquote.

Ha affermato testualmente il sindaco di Torino che il 16 settembre è «troppo vicino e con le elezioni amministrative e agosto di mezzo si sarebbe rischiata la confusione. Il 16 giugno, dunque, pagheranno i cittadini delle città che hanno fissato le aliquote, tra queste quasi tutti i grandi capoluoghi, ad ottobre sarà la volta degli altri comuni».

Ma dico io, allora esistono cittadini privilegiati (abitanti nei Comuni chiamiamoli indisciplinati) e cittadini che al contrario, abitando o possedendo immobili in comuni “ligi al dovere” devono pagare alla scadenza stabilita?????

Qualcuno me lo spieghi!

Apt per Finanza in Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
Posts not found. Pleae config this widget again!
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale