Tasse a livello svedese e italiani sempre più poveri

Redazione 1 Commento

 

Continua a crescere la pressione fiscale. Secondo l’Istat è arrivata al 44,1%

LIVELLI SVEDESI – Un Paese sempre più povero dove le tasse hanno toccato ormai la soglia del 44%. È questa la fotografia dell’Italia secondo il rapporto “Noi Italia” dell’Istat presentato l’11 febbraio. Secondo l’Istituto di statistica nel 2012 la pressione fiscale ha continuato a crescere e ha sfiorato i livelli svedesi raggiungendo il 44,1% (dal 42,5% nel 2011 e il 41,3% del 2000) a fronte del 44,7% in Svezia, dato in deciso calo dal 51,7% registrato nel paese scandinavo nel 2000.

DISAGIO ECONOMICO – Per quanto riguarda le famiglie invece il dato del rapporto è ancora più allarmante. Una su quattro è in una situazione di “deprivazione” ovvero ha almeno tre dei nove indici di disagio economico come ad esempio non poter sostenere spese impreviste, arretrati nei pagamenti o un pasto proteico ogni due giorni. L’indice è cresciuto dal 22,3% del 2011 al 24,9% del 2012.

Per approfondimenti visita SoldiWeb

Articoli correlati

  • Ma la corte dei conti, qualche stangata fa, non certificò il 53% di pressione fiscale? a fronte di quali servizi per la popolazione? Manco erogassero un reddito di cittadinanza come in Svezia

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale