Vola la Borsa di Francoforte

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Euforia sui mercati azionari

Il riassetto del gruppo Generali in Germania fa scattare le ricoperture. I nuovi record storici di Fiat Chrysler non fan più notizia, positivi anche i bancari.   

Gli analisti si sono sbagliati per l’ennesima volta, l’esito delle elezioni in Germania non è stato il “peggiore fra quelli preventivabili”, bensì l’esatto contrario, è risultato il migliore … almeno guardando alla reazione che ha avuto la Borsa di Francoforte.

Cinque sedute, cinque rialzi, e tutti zitti. L’ennesima figuraccia per gli analisti che al primo exit-poll, domenica sera, avevano previsto una settimana disastrosa per la Borsa tedesca.

Per la verità non si capisce come la Merkel riuscirà a stendere un programma che possa essere sottoscritto sia dai Liberali che dai Verdi, però il mercato si è dimostrato più che ottimista, ed il mercato non sbaglia mai.

L’euforia di Francoforte con il Dax (+1,0%) planato a 12.828,86 punti, seconda migliore chiusura di ogni tempo, ovviamente contagia anche il resto d’Europa: Londra (+0,7%) e Parigi (+0,5%).

Il nostro Ftse Mib (+0,48%), mogio per l’intera seduta, ha avuto uno scatto finale terminando sul massimo di giornata.

Protagonista di seduta Generali (+1,55%) che ha avviato il riassetto del gruppo in Germania, ma si parla anche di novità per quanto riguarda il top management. La notizia ha giovato anche alla controllata Banca Generali (+3,13%) risultata la Best Performer di giornata.

Secondo gradino del podio ed ennesimo record storico per Fiat Chrysler (+2,09%), la straordinaria performance non a però giovato alla capogruppo Exor (-0,65%) che ha dovuto subire qualche presa di profitto.

Non si ferma invece Yoox Net-a-Porter (+1,44%) che conclude un’eccellente ottava ed uno straordinario mese di settembre.

Nella seduta odierna abbiamo assistito anche al rimbalzo delle utilities, dopo qualche battuta a vuoto sono state ben comprate sia Terna (+1,40%) che Enel (+1,09%).

Tutti in guadagno anche i titoli bancari, le migliori performance nel settore sono state messe a segno da Ubi Banca (+1,39%) e Mediobanca (+0,55%).

Sul fondo alcuni titoli che hanno corso molto, come Campari (-1,44%), Recordati (-1,02%) e Salvatore Ferragamo (-0,88%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

 

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale