WALL STREET CHIUDE IN ROSSO

Redazione Commenta per primo
Giornata di realizzi per i listini americani, vistosi i ribassi per l’S&P500 (-1,01%) e per il Nasdaq (-1,45%), limita invece le perdite il Dow Jones (-0,11%).
A tenere a galla l’indice dei titoli industriali oggi ci ha pensato Ibm (+3,35%) la cui trimestrale è stata ben accolta dal mercato. Giornata positiva anche per McDonald’s (+0,90%), inserita da Credit Suisse nella sua “Focus List”, mentre sul fondo della classifica troviamo i bancari.
 
Pesante il calo di Bank of America (-4,20%), ma anche quello di American Express (-2,44%) dopo aver lanciato un “mezzo” warning sugli utili del quarto trimestre.
 
La seduta odierna è quindi stata fortemente condizionata dai dati di Goldman Sachs (-4,69%) la cui trimestrale a noi non era parsa così deludente, forse il mercato, abituato ad essere stupito in positivo dal colosso americano, ha scaricato tutta la sua delusione massacrando oltre il lecito il titolo.
 
Le ripercussioni sul comparto sono state inevitabili per cui, oltre alle già citate Bank of America e American Express dobbiamo sottolineare i cali di Morgan Stanley (-3,48%), JP Morgan (-2,32%), Citigroup (-0,83%) e Wells Fargo (-2,09%) altra Banca che oggi ha comunicato la trimestrale.
 
I ribassi, però, non hanno riguardato solo le Banche, giornata da dimenticare anche per Ford (-4,28%) sulla quale sono scattate, inesorabili in una simile giornata, le prese di beneficio dopo che da inizio anno la casa automobilistica aveva visto solo rialzi.
 
E’ stato però il Nasdaq (-1,45%) l’indice che ha fatto segnare la peggior performance giornaliera, praticamente si sono viste solo vendite.
 
Pochi i titoli che hanno terminato la seduta con una freccia verde, e fra questi non rientra neppure Apple (-0,53%) nonostante una trimestrale che, a detta di tutti, è sembrata eccellente. Non è stato sufficiente aumentare il fatturato del 70% per veder crescere il titolo in Borsa, evidentemente i problemi di salute di Steve Jobs pesano più dei dati di bilancio.
 
Anche l’indice americano dei titoli tecnologici aveva corso molto nell’ultimo mese, per cui forse c’era anche la necessità di tirare il fiato, insomma il vecchio adagio di “vendere sulla notizia” non passa mai di moda.
 
Seduta decisamente pesante per Linear Technology (-4,35%), Micron Technology (-3,00%) e Sandisk Corp. (-2,94%), mentre tra i pochi rialzi meritano una citazione Dollar Tree (+3,04%) e Ross Store (+1,51%).
Fra tutti gli indici americani, l’unico a far segnare un rialzo (e non è per nulla un buon segnale) è stato il Vix (+11,15%) ad aumentare, quindi, oggi a Wall Street è stata solo la volatilità.
 
Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro.
Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale