Wall Street … e due!

Giancarlo Marcotti 3 Commenti

Buona anche la seconda

Soltanto Apple fa segnare un leggero ribasso, bene in particolare Caterpillar, Ibm e Wal-Mart. Sul Nasdaq qualche buon rimbalzo. Giù Amazon.

Diciamolo magari sottovoce, ma al momento pare che i due capitomboli con i quali si è conclusa la scorsa ottava avevano motivazioni tecniche, dopo il rialzo della vigilia, infatti, New York si è riconfermata oggi con guadagni diffusi.

Ebbene sì, la caratteristica della seduta odierna, soprattutto per i titoli quotati al NYSE è la diffusione dei guadagni, Sul DJ solo Apple, e per pochi centesimi di punto percentuale, è finito in rosso, e fra i cento titoli che compongono lo S&P100 soltanto altri tre hanno fatto segnare ribassi e tutti insignificanti.

Insomma pare quasi che “c’erano soldi” è quindi si è comprato, ma senza una vera e propria strategia, i cosiddetti acquisti “a pioggia” che ogni tanto vediamo sui mercati ed ai quali non è facile dare una giustificazione.

Certo vi diranno che oggi è stato reso noto il dato definitivo sul Pil del terzo trimestre (+2,0%), ma era inferiore a quello comunicato in seconda lettura (+2,1%) ed in linea con il consenso.

Vi diranno anche che l’indice della Fed di Richmond è tornato sorprendentemente sopra la fatidica quota “zero” e questo è senza dubbio una buona notizia. Forse però non vi diranno che le vendite di case esistenti sono crollate del 10,5%!!! Ad un livello (4,76 milioni) enormemente inferiore rispetto alle attese (5,30%).

Fatto sta che comunque, pur non essendo chiari i motivi, dopo un inizio stentato, il mercato ha preso a salire e soltanto nell’ultima mezz’ora di contrattazione ha subito qualche presa di profitto, peraltro rintuzzata parzialmente proprio in dirittura d’arrivo.

Va segnalato poi che anche oggi, e per il terzo giorno consecutivo, il dollaro si è deprezzato tornando in area 1.095 rispetto all’euro (anche questo è un bel mistero).

Dai però che, forse fuori tempo massimo, o forse solo in extremis, ma qualcosa si muove (tuttavia per scaramanzia non festeggiamo in anticipo).

Dow Jones (+0,96%) terzo rialzo consecutive per Caterpillar (+4,86%) e stavolta davvero corposo, è senza dubbio la miglior notizia della giornata, a seguire altri due titoli che non ha avuto un anno particolarmente brillante: IBM (+1,79%) e Wal-Mart (+1,66%)

Come detto soltanto Apple (-0,09%) è finita in rosso.

S&P500 (+0,88%) rimbalzano Anadarko Petroleum (+4,30%) e Devon Energy (+3,47%), bene anche Ford Motor (+3,42%)

Cali senza dubbio limitati per Texas Instruments (-0,38%), Amazon (-0,20%) ed Eli Lilly (-0,15%).

Nasdaq (+0,65%)  riprende il cammino che aveva interrotto nelle ultime sedute Whole Foods Market (+5,46%) e finalmente arriva anche il rimbalzo per Marriott Int. (+5,09%), quindi Viacom (+3,98%)

Ennesimo crollo per Netapp (-4,96%), in calo Tesla (-1,12%) e non si risolleva Micron Tech (-1,08%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale