Wall Street risale, ma non convince

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Recuperati i cali della vigilia

Buona la trimestrale di Alibaba. Sul Nasdaq record storico di Activision Blizzard, mentre crollano Whole Foods Market e Keurig Green Mountain dopo i conti.

Indici di Borsa statunitensi che tornano a salire, ma la sensazione è che i mercati rimangano estremamente cauti. La seduta era iniziata all’insegna della volatilità, e tutto ciò rientrava nella norma, poi uno strappo rialzista nella seconda parte della mattinata aveva illuso molti, invece i guadagni si sono stabilizzati intorno al mezzo punto percentuale, insomma, più o meno si è recuperato ciò che si era perso alla vigilia.

Come ogni giovedì si attendevano con interesse i dati sul mercato del lavoro, ebbene le prime richieste di sussidi alla disoccupazione sono aumentate, ma molto meno di quanto si attendeva il mercato. Sappiamo però che di questi tempi non è facile capire se buoni dati macro siano bene accolti dal mercato o meno, quindi, come detto, la prima parte della seduta è risultata molto volatile.

La trimestrale più importante di giornata era quella della cinese Alibaba, e non ha deluso gli investitori, un utile netto in calo, ma migliore del consenso e soprattutto un gran balzo del fatturato (+45%) hanno spinto il titolo che al termine delle contrattazioni ha fatto segnare un rialzo del 7,5%.

Sul mercato valutari abbiamo assistito ancora ad un recupero del dollaro che è tornato in area 1,123 rispetto alla moneta unica.

Insomma, una situazione ancora fluida e domani avremo il dato sulla disoccupazione che potrebbe influenzare in maniera significativa i mercati, non è difficile comunque prevedere ancora molta volatilità.

Dow Jones (+0,46%) hanno guadagnato oltre un punto percentuale Home Depot (+1,60%), Visa (+1,39%), Nike (+1,23%) e Unitedhealth (+1,12%)

In calo ancora Exxon (-0,67%), Caterpillar (-0,64%) e Cisco Systems (-0,55%).

S&P500 (+0,38%) seduta decisamente positive per Monsanto (+2,43%), Lowe’s (+2,15%) ed Amazon (+1,86%) che potrebbe aver trovato su quota 420 dollari un livello dal quale ripartire

Naturalmente sul fondo troviamo il comparto petrolifero, maglia nera a National Oilwell (-4,68%) e terzo ribasso di fila per Apache (-3,36%), ed Halliburton (-2,77%).

Nasdaq (+0,53%) il titolo del giorno è Activision Blizzard (+5,22%) il colosso del settore videogiochi vola al massimo storico terminando le contrattazioni per la prima volta oltre quota 24 dollari e facendo segnare al fixing 24,41 dollari. Recupera gran parte delle perdite della vigilia Alexion Pharma (+5,13%), terzo gradino del podio per Avago Tech (+4,88%)

Due trimestrali, non proprio in linea con le attese penalizzano la performance odierna di Whole Foods Market (-9,38%) e Keurig Green Mountain (-9,18%) tornato sui livelli di un anno fa. Un profit warning, invece, penalizza Priceline Group (-4,01%) che perlomeno termina distante dai minimi di giornata.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale