Wall Street sale ancora

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Dal Beige Book nessuna novità

Home Depot, JP Morgan e United Tech i migliori, sul fondo Intel, Chevron e Coca Cola. Sul Nasdaq molto bene Facebook.

Giornata davvero ricca di dati macro, si cominciava con l’importante dato sul numero dei posti di lavoro creati dal settore privato nel mese di maggio, sono stati 201.000, in linea con le attese, ovviamente sarà interessante comunque conoscere il rapporto sull’occupazione in programma il prossimo venerdì.

A seguire, la bilancia commerciale  calata di quasi il 20% a 40,9 miliardi di dollari, un risultato dovuto all’aumento delle esportazioni (+1%) ed alla diminuzione delle importazioni (-3,3%).

A mercato aperto, poi, arrivava l’ISM non manifatturiero sceso (55,7 punti) ben oltre le attese (57,1 punti).

Alle 20:00, ora italiana, come detto, è stato pubblicato il Beige Book che non ha destato un grande scalpore, abbiamo saputo che la crescita è passata da debole a moderata e questo ha aperto le porte per un primo aumento dei tassi a settembre, ma personalmente, come sapete, ritengo più probabile uno slittamento a dicembre se non al 2016.

Quindi, se dopo un’ora dall’inizio delle contrattazioni, ad esempio, il Dow Jones superava quota 18.150 punti al fixing ci siamo fermati a 18.076,27 punti.

La giornata ha visto anche indebolirsi ulteriormente il dollaro, tornato a quota 1,127 nei confronti dell’euro, ma la variazione maggiore ha riguardato il petrolio che ha perso due punti e mezzo percentuali tornando sotto una soglia psicologica importante, quella dei 60 dollari al barile.

Dow Jones (+0,36%) bene Home Depot (+1,41%) che rimane comunque in una fase laterale, JP Morgan (+1,03%) che ha terminato sul secondo miglior fixing di sempre, quindi United Technologies (+1,00%)

Terzo ribasso di fila per Intel (-1,62%), continua la discesa anche di Chevron (-0,40%) quindi Coca Cola (-0,29%)

S&P500 (+0,21%) miglior titolo di giornata Facebook (+2,49%), a seguire AIG (+2,40%) e Fedex (+2,39%)

Di nuovo in calo Freeport McMoran (-2,88%), Simon Property (-1,77%) e Devon Energy (-1,42%)

Nasdaq (+0,45%) è arrivato finalmente un rimbalzo per C.H. Robinson (+4,83%), eccellente seduta anche per Expeditors Int. of Washington (+3,89%) e Viacom (+3,21%)

Continua la caduta per Charter Comm. (-2,88%), torna a scendere anche Micron Tech (-2,55%), quindi Nxp Semiconductor (-2,17%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro  

Articoli correlati

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale