Wall Street sale sulla debolezza del dollaro

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Dopo il recupero della vigilia il dollaro è oggi nuovamente crollato. Nell’ottava appena trascorsa il dollaro ha perso il 2,52% rispetto all’euro, per trovare un dato simile dobbiamo tornare al gennaio del 2016.

E così abbiamo rivisto il cross Eur/Usd superare nuovamente quota 1,12 un livello che dovrebbe far riflettere molti.

Ricorderete infatti che, quando all’inizio dell’anno in corso il cambio euro/dollaro scese sotto quota 1,04  tutti, ma proprio tutti gli “esperti”, davano per scontato il ritorno alla parità, le divergenze riguardavano solo la tempistica.

Ebbene eccoci, come detto, a quota 1,12 ed oggi, gli stessi “esperti” glissando del tutto sulle previsioni fatte solo cinque mesi fa parlano di un dollaro che, prima di assestarsi verso fine anno su quota 1,15 possa arrivare addirittura a sfiorare quota 1,20!!!

Bella coerenza, non c’è che dire!

Ma poi, scusate, soltanto alcuni giorni fa, non si diceva che la Fed, visto l’andamento dell’economia statunitense, avrebbe dovuto accelerare la politica monetaria restrittiva in atto? E Draghi non aveva detto, invece, che la politica monetaria accomodante, in zona euro, sarebbe durata ancora a lungo?

Cambiato tutto?

Comunque un dollaro debole aiuta le aziende americane, e la Borsa non fa altro che registrare questo elementare concetto.

Caterpillar (+2,21%) e General Electric (+2,07) mettono a segno rialzi superiori ai due punti percentuali, rimbalza Boeing (+1,89%) e non smette di salire Wal-Mart (+1,59%).

E che dire poi di United Technologies (+1,50%) che viaggia verso vette inesplorate ritoccando di nuovo il proprio record storico?

Per quanto riguarda lo S&P500 da segnalare l’ottima giornata del comparto petrolifero, salgono in particolare Halliburton (+2,58%) e Conocophillips (+2,28%).

Sul Nasdaq, infine, da segnalare la performance siderale di Autodesk (+14,69%)  che vola nell’iperspazio, il titolo da inizio anno sta guadagnando quasi 50 punti percentuali e negli ultimi dodici mesi ha raddoppiato il proprio valore.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Video
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale