Inserire il canone Rai nella Bolletta elettrica? Una porcata!

Obbligare le persone perbene a pagare il canone Rai, cioè imporre a chi lavora e si suda i propri guadagni a darne una parte ai vari Fazio & Co. che incassano milioni di euro per lavorare (poco) e male, sarebbe una porcata!

Obbligare le persone perbene a pagare il canone Rai, cioè imporre a chi lavora e si suda i propri guadagni a darne una parte per avere una disinformazione continua, paragonabile solo a quella della Corea del Nord, è una porcata!

Cosa deve fare una persona perbene per far capire che non può più sopportare di sostenere un carrozzone che da sessantanni dilapida soldi pubblici ed i cui dipendenti sono i figli, nipoti, familiari ed amici di uomini politici che hanno distrutto il nostro Paese?

La Rai andrebbe immediatamente liquidata, e, se ci fosse qualche pazzo che se la volesse acquistare, bene, altrimenti comunque andrebbero portati i libri in tribunale visto che senza i soldi pubblici, la Rai sarebbe già fallita da tempo.

Caro Cottarelli, ma lei non è pagato per trovare come spendere di meno? Ed allora le suggerisco io un metodo semplice semplice: decurti gli stipendi faraonici che incassano i vari conduttori avrebbe immediatamente risparmi per milioni e milioni di euro.

Sembra invece che lei non abbia suggerito questa strada, anzi gira la voce, ma spero proprio che anche questa sia disinformazione, che, al contrario, lei sia un fautore dell’inserimento del canone Rai nella bolletta elettrica.

Altro che diminuire le imposte, qui si vuol mettere ancora una volta le mani nelle tasche degli italiani.

Occorre assolutamente alzare la voce e dire a chiare lettere che non siamo disposti a subire l’ennesima rapina.

Chiedetemi tutto, ma non di dare i miei soldi alla Rai.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro