Italiani analfabeti in economia? Se i professori universitari sono come Giulio Sapelli …

Alcuni giorni fa ho pubblicato un articolo molto criticato dai lettori forse per il titolo che poteva sembrare provocatorio “Economia e finanza: gli italiani i più ignoranti al mondo”, nella realtà non c’era nulla di provocatorio, io mi ero limitato ad osservare un fatto al limite del grottesco.

Nella trasmissione di Raitre “Ballarò”, infatti, veniva riproposto un passaggio di una intervista fatta all’ex Presidente del Consiglio, Massimo D’Alema, nel quale l’esponente del PD diceva una fesseria assoluta riguardo agli interessi pagati dalla Grecia sul proprio debito pubblico, ottenendo anche consensi generalizzati.

Tuttavia, fra una massa di ignoranti presenti in studio, fortunatamente, una magnifica eccezione (una sola eh!), l’economista Veronica De Romanis, che da grande signora, con garbo e cortesia, faceva notare l’insensatezza delle parole di D’Alema.

Ovviamente a supporto della mia tesi avrei potuto citare altre decine di casi in cui politici, giornalisti e persino economisti, in occasioni pubbliche, avevano proferito inesattezze, o sarebbe meglio dire veri e propri strafalcioni, ma non era il caso, mi sono astenuto e pensavo proprio di non dover ritornare sull’argomento in quanto ritenevo che quella di D’Alema fosse una figuraccia insuperabile.

Naturalmente ero stato troppo ottimista.

Ieri sera, infatti, mi sono messo di nuovo davanti al televisore, sempre su Raitre andava in onda uno Speciale dal titolo “Vertice europeo sulla Grecia”, condotto dalla Direttrice del TG3 Bianca Berlinguer.

Fra gli ospiti, in collegamento da Milano, il Prof. Giulio Sapelli, presentato come uno dei più noti economisti italiani, con decine di pubblicazioni alle spalle, innumerevoli cariche e, naturalmente, anche una cattedra universitaria, alla Statale di Milano.

Ebbene quando viene data la parola al prof. Sapelli egli comincia a difendere Tsipras sostenendo che il Premier greco avanza delle richieste del tutto ragionevoli che vanno nella direzione di una riforma delle politiche economiche europee, con argomentazioni che sarebbero sostenute anche nei rapporti redatti dall’OCSE, ed a questo punto dice testualmente:

“Ricordo a tutti che chi firma i rapporti dell’OCSE è un grande economista come Gustav Blanchard, non sono degli improvvisati cantori del libero mercato. E Gustav Blanchard dice che …”

Rimango impietrito davanti al teleschermo! Penso di aver sentito male, il ricevitore di Sky, però mi permette di tornare indietro e quindi risentire le parole di Sapelli. Sono esattamente quelle che ho riportato!

Gustav Blanchard?!?!?

Ma chi è Gustav Blanchard?!?!?

Forse il Prof Sapelli si riferisce a Olivier Blanchard, probabilmente il più famoso economista al mondo, il fatto, però, è che Olivier Blanchard è il capo economista del Fondo Monetario Internazionale!!! Non c’entra niente con l’OCSE!!!

E secondo Sapelli Olivier Blanchard, al quale lui ha cambiato nome in Gustav, “firma i rapporti dell’Ocse”???

E questo qua insegna all’Università Statale di Milano???

Ma con che faccia si presenta domani davanti ai suoi studenti!!! Ci sarà qualcuno che gli chiederà del fantomatico Gustav Blanchard che “firma i rapporti dell’OCSE”?

Ma con che faccia potrà sedersi ancora su una cattedra!

Fra l’altro il Capo economista dell’OCSE, fino a non molto tempo fa, era proprio il nostro Pier Carlo Padoan, spero almeno che lo conosca.

Forse per i non addetti ai lavori potrà sembrare soltanto “una gaffe”, ma, tanto per far capire l’enormità della sciocchezza detta dal Sapelli, è come se un professore universitario della facoltà di Scienze Politiche dicesse candidamente: “Ricordo a tutti che Johnny Obama è il Presidente del Canada”.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro