L’Europa esiste ancora?

L’Ucraina è un problema serio? Ed allora da Putin ci va la Merkel, portandosi dietro il cihuahua francese tanto per non essere accusata di egocentrismo. Poi, rendendosi conto che è comunque inutile avere con sé “l’animale da compagnia”, lo lascia a casa, prende l’aereo, attraversa l’Atlantico e da Obama ci va da sola.

Quindi ha senso chiedersi: ma, l’Europa esiste ancora?

Renzi aveva fatto passare come un suo grande successo politico la nomina di una italiana, Federica Mogherini, ad Alto Rappresentante per la politica estera dell’Unione europea, c’era voluto addirittura un mese di duro lavoro diplomatico da parte del Premier per convincere gli alleati che quella poltrona spettava all’Italia e che la Mogherini avrebbe ricoperto degnamente quel ruolo.

Si era speso in toto anche il Presidente della Repubblica, e Napolitano aveva dichiarato trionfalmente come  quella nomina, di fatto, fosse un “Riconoscimento per l’Italia”.

Ed adesso? Cosa ne dobbiamo dedurre? Che l’Europa avesse accettato la candidatura italiana proprio perché sapeva che tanto la Mogherini non avrebbe contato nulla?

L’intervento al Parlamento europeo del deputato leghista Gianluca Buonanno è di quelli che, senza dubbio, rimarranno negli annali. Prendendo la parola dai banchi dell’Europarlamento, infatti Buonanno rivolgendosi alla Mogherini, presente in aula, le ha detto senza mezzi termini che “Lei in Europa non conta un emerito cazzo”

Mi chiedo chissà come è stato tradotto nelle diverse lingue ai vari europarlamentari presenti, e come comparirà sui verbali ufficiali dell’assemblea, presumo che sarà stato utilizzato una sorta di eufemismo.

Crudele poi il primo piano sulla Mogherini, personalmente non voglio infierire, ma l’espressione del volto diceva tutto, in quel momento il nostro “Alto Rappresentante dell’Unione europea”, deve essersi sentita … diciamo … una … “nullità” .

Questi i fatti. Ora, al di là dell’espressione un po’ cruda utilizzata da Buonanno, la sostanza è che nessuno può dare torto all’eurodeputato leghista, la Mogherini non conta … diciamo … una beata “fava”.

Non possiamo però limitarci a sottolineare la mancanza di dignità della Mogherini, che non sente l’esigenza di dare le dimissioni neppure dopo esser stata umiliata dalla Merkel in quel modo, ma occorre a questo punto porci prioritariamente il quesito che ho voluto riportare nel titolo:

Ma l’Europa esiste ancora?

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro