Renzi: “Abbiamo trovato la soluzione finale per Siena”. Mercato: “-16%”

Il mercato ha preso proprio in parola il nostro Presidente del Consiglio ed ha messo in pratica la “soluzione finale per Siena” … ossia il suo annientamento. In effetti Renzi poteva trovare anche un’espressione più felice che non “soluzione finale” un’espressione che evoca proprio scenari apocalittici, ma lui … lo sappiamo … fin lì arriva, non si può pretendere di più.

Lasciamo pure da parte il sarcasmo, ma non si può sorvolare su un fatto che è di una gravità inaudita, se un Premier, ripeto, un Presidente del Consiglio, si espone, così come ha fatto Renzi, e la risposta che ottiene dal mercato è … una sonorissima pernacchia … beh! Una persona seria ne trarrebbe le inevitabili conseguenze giungendo alla conclusione di togliere il disturbo.

Oggi il mercato ha detto nella maniera più chiara ed inequivocabile che Renzi NON è una persona credibile e se manca la credibilità ad un Presidente del Consiglio come può rimanere seduto su quella poltrona?

Io insisto.

Non sente Renzi la necessità di togliere il disturbo? Non possiede anche una minima dose di amor proprio che gli eviterebbe di collezionare quelle colossali figuracce che inanella ormai quasi con cadenza giornaliera. Non conosce il significato del termine dignità?

Se ovunque va, viene contestato, se qualunque cosa dice, riceve sberleffi e non viene creduto, se guardando i risultati del suo Governo non se ne trova neppure uno positivo, ebbene cosa deve accadere perché anche lui capisca che deve mettere fine alla sua esperienza politica ed andare a fare … qualcos’altro?

Certo, direte voi, ma cosa sa fare? E’ vero, pensandoci bene anch’io non saprei cosa sarebbe in grado di fare Renzi, avanzo così un’ipotesi … magari le telepromozioni?

Non ho nulla contro Mastrota, anzi lo trovo un professionista serio, ma adesso sta lavorando quasi in regime di monopolio, vorrei vederlo con un concorrente come Renzi, per me gli darebbe filo da torcere.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro