Renzi come Willy il Coyote

L’ho trovata esilarante! Cosa? Assimilare Renzi a Willy il Coyote, il celebre personaggio dei cartoons, noto per cadere perennemente vittima dei propri tranelli. Il copyright è di Gianni Cuperlo del quale disconoscevo una geniale e spiccata vena umoristica.

Cuperlo, infatti, all’indomani della sconfitta elettorale del suo partito, ospite ad un programma mattutino de La7 è un fiume in piena, e ne spara un’altra ancora più spassosa.

Riferendosi al “guru” Jim Messina, una persona che il PD “paga profumatamente” per la sua “consulenza alla comunicazione”, l’esponente della minoranza Dem fa una singolare proposta: “Se l’idea di fare il “No Imu Day” è stata suggerita da Messina … allora … continuiamo pure a pagarlo noi, ma che vada a lavorare con Donald Trump e dia dei consigli a Donald Trump.”

Favolosa!

Vorrei comunque chiarire che, come non cerco mai di incensare i vincitori, così trovo sempre stucchevole umiliare lo sconfitto, in questo caso, tuttavia, Cuperlo dimostra di saper gestire in maniera splendida la fine arma dell’ironia dimostrandosi di una statura politica straordinariamente superiore al povero Renzi.

Forse è quasi superfluo rimarcare come la mia visione di Stato e di Società sia agli antipodi rispetto a quella di Gianni Cuperlo, tuttavia ciò non mi esime dal manifestare una profonda stima nei confronti della persona alla quale invidio una straordinaria arte oratoria.

L’intelligenza non ha colore politico.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro