Ma l’Italia non è la Grecia

Giancarlo Marcotti 4 Commenti

L’Italia DEVE uscire dall’euro, e nel più breve tempo possibile, ma per motivi esattamente opposti a quelli per cui deve uscire dall’euro la Grecia.

Bisogna dirlo con chiarezza: L’ITALIA NON E’ LA GRECIA!!!

L’Italia, pur indebolita da 16 anni (i cambi dell’euro sono stati fissati nel 1999) di una moneta che non le appartiene, pur stremata da tre governi non votati da nessuno che hanno fatto di tutto per distruggere il nostro apparato produttivo, questa Italia, stremata, è ancora una GRANDE POTENZA!!!

Una potenza che può competere con chiunque al mondo, lo abbiamo dimostrato, non solo nella storia, ma anche in epoca recente.

Abbiamo solo bisogno di non tarpare le ali al nostro ingegno, alla nostra intelligenza, alla nostra voglia di intraprendere, anzi, dobbiamo incentivare il meglio della nostra società.

Ma attenzione! Non limitiamoci a dire che il nostro è un popolo di persone “ingegnose”, NOI SIAMO DEI GRANDI LAVORATORI!!! Gli italiani lavorano molto di più dei tedeschi, dei francesi e non parliamone neppure … degli inglesi.

Basta con gli stereotipi!!!

Una volta eravamo spaghetti e mandolino, ed ora ci dipingono come moda ed arte, siamo molto, ma molto di più!!!

Viviamo nel Paese che è di gran lunga il più bello del mondo non tanto per le bellezze naturali, comunque incomparabili, ma soprattutto per quanto siamo riusciti a costruire in migliaia di anni di storia.

Di cosa abbiamo bisogno?

Semplicissimo!!!

Di una nostra moneta, alla quale il mercato darà il suo effettivo valore. E poi di una sola aliquota fiscale magari al 15% o al massimo al 20%. Naturalmente se fosse al 15% si devono abolire tutte quelle miriadi di detrazioni che oggi ci sono.

Guardate che gli introiti NETTI per lo Stato non sarebbero molto diversi da quelli attuali! Perché la semplificazione che ne deriverebbe praticamente annullerebbe l’evasione fiscale con un beneficio enorme per le casse dello Stato.

Ma si otterrebbe un beneficio ancora maggiore perché andremmo a premiare proprio le aziende più efficienti e non come facciamo ora che si avvantaggiano solo i “furbi” (vedi mafia capitale).

Abbiamo quindi bisogno soltanto di due cose: una nostra moneta e … semplificazione.

Dobbiamo fare le cose semplici, per questo diverrebbe assolutamente prioritario fare una vera riforma, anzi rivoluzionare la “Giustizia” in Italia, ed a quel punto vedrete anche quanti investimenti esteri sapremmo attirare!!!

Certo, con una moneta nostra, un sistema fiscale semplice ed una Giustizia che funziona gli stranieri tornerebbero a frotte ad investire in Italia soprattutto perché siamo i migliori lavoratori al mondo!!!

E’ un sogno?

Certo! Oggi sì, ma se ci si crede davvero …

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro            

Articoli correlati

  • lucapas

    Confermo e sottoscrivo e aggiungo una precisazione per far capire la rivoluzione di una flat-tax uguale per tutti al 15%. È vero infatti che siamo grandi lavoratori, ma solo se a beneficiarne poi siamo noi stessi; ecco perché l’Italia è/era piena di piccole e medie imprese e ci si inventa di tutto per evadere questo fisco ormai schifosamente ingordo.

  • a63paolo

    Bene, senza dimenticare però di contemplare anche l’abolizione di quella porcata del job acts e della riforma di lacrima-Fornero. Se pensioni e mercato del lavoro si debbono riformare con coerenza è giusto che lo si faccia tenendo presenti il ricambio generazionale sul lavoro e i diritti lavorativi dei dipendenti-esseri umani (e degli autonomi fin troppo maltrattati dal fisco) e di una pensione dignitosa per chi ha lavorato una vita.

  • Davide Bassi

    I migliori lavoratori perchè siamo costretti a fare le gare di candy crush in ufficio fino alle 20:00 quando è fissata la riunione dal dirigente che il pomeriggio è andato a mignotte?

  • mb

    è possibile, essendo un’economista, scrivere tutte queste cazzate? Questo è un articolo nazionalista e filosalviniano, senza nessuna analisi lucida… Gli italiani hanno più ingegno, lavorano più degli altri, l’Italia è la più bella nazione del mondo? Come può una persona lucida scrivere queste cazzate? L’Italia ha il primato mondiale d’evasione fiscale e lavoro nero, rispetto all’Europa è culturalmente arretrata, non si investe nella ricerca da più di 20 anni, gli italiani sono particolarmente ignoranti e razzisti (compreso l’autore di questo articolo). Questi sono dati più veri.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale