Mattarella: la grande sconfitta di Renzi

Giancarlo Marcotti 3 Commenti

“Il vecchio che avanza” riferito all’elezione del nuovo Capo dello Stato non sarà l‘aforisma più originale, ma certamente è il più “vero”, non si deve essere originali a tutti i costi. Sergio Mattarella: Giudice Costituzionale, Democristiano, un’intera vita passata nel magma dei palazzi della politica romana … c’è qualcosa di più vecchio?

E le sue prime parole dopo la nomina “Il pensiero va soprattutto ed anzitutto alle difficoltà dei nostri concittadini” ne sono la riprova più evidente.

Con ciò non voglio dire che non sarà un buon Presidente della Repubblica, voglio solamente affermare che candidando Mattarella e facendolo salire al Colle, Matteo Renzi, il cosiddetto “rottamatore”, di fatto, è stato rottamato, la sua è tutt’altro che una vittoria, è una resa.

Non so se a Renzi possano essere attribuite qualità, di certo non è persona attendibile, quando ripete in continuazione frasi che hanno il solo scopo di farlo passare per un innovatore decisionista, come ad esempio le stra abusate “Noi tiriamo dritto” oppure “ Non ci facciamo intimidire”, ebbene, dove sta la credibilità?

E per un politico, o meglio per uno statista, la credibilità non è importante … è tutto.

Ma la parola “statista”, riferita a Renzi, suona come una bestemmia.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

  • Max938

    Per capire la situazione si deve guardare come e quando è nata . La sentenza della Corte che dichiarava l’incostituzionalità del Porcellum mantenendo però validi i vantaggi numerici per il PD
    è la sorgente ma anche la spiegazione del nome di Mattarella ! Renzi ha stravinto aggiungendo
    alla truffa anche la coglionatura . Povero Silvio , solo in mezzo alle macerie , e come se non fosse
    sufficiente vuole anche garantire la “governabilità” a Matteo , che significa ritrovarcelo per gli anni
    a venire senza alternative ! Si è procurato anche il Benzinaio personale oltre alla sponda istituzionale . Ma oramai i voti di Silvio non servono più : gli Italiani sono un popolo di servi pronti
    a passare armi e bagagli sul carro del vincitore . E questo Renzi Matteo lo sa bene , e ci conta .
    La Storia , neanche tanto lontana , ne dà un esempio eclatante. Se Mussolini non avesse fatto
    la guerra , perdendola , l’Italia sarebbe ancora fascista . Max938

    • Davide

      E’ il potere dietro alle quinte che oggi come allora gestisce il potere oggi ci da il Renzi , una delle tante comparse.
      Anche allora il Gran Consiglio era in buona parte contrario all’ entrata in guerra al fianco dei Tedeschi ma andò in altro modo.

      • Max938

        El Caudillo che in confronto a Mussolini non brillava certo per maggiore acume , molto prudentemente tenne la Spagna fuori dalla terribile guerra .Ringraziandolo gli
        Spagnoli permisero che governasse il Paese fino alla morte naturale senza odio ne
        vendetta. La realtà è che quasi tutti invecchiando rincoglioniscono soprattutto se
        permettono a qualche femmina attraente di tirarli per …A questa legge naturale solo pochi riescono a sfuggire , per meglio dire solo quelli che durante tutta la vita non si sono fatti tirare per…Se aggiungiamo a tutto questo che prendere decisioni che in
        seguito coinvolgeranno la vita di milioni di persone richiede un senso di misura e
        responsabilità non condizionabile dall’euforia del successo , porta a concludere che
        presto vedremo all’esame anche gli attuali euforici vincitori . Max938

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale