Moscovici a Roma, che viene a fare?

Giancarlo Marcotti Commenta per primo

Il Commissario europeo per gli affari economici e monetari, il francese Pierre Moscovici, a Roma, che ci viene a fare? Ufficialmente a parlare con il nostro Ministro dell’economia Giovanni Tria, ma sembra del tutto inutile un colloquio fra i due sulla manovra finanziaria.

Proprio in questo momento, infatti, a Bruxelles il nostro Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sta incontrando tutti i leaders europei per esporre i termini della nostra manovra, quindi?

Quindi Moscovici non viene in Italia per discutere la legge di bilancio, che volete che gli importi l’incontro con Tria, certo, per non far vedere che arriva da noi per ben altri motivi, magari gli porterà anche una lettera (come se non esistessero le mail), a lui però interessano gli altri due incontri.

Sembra che il Presidente Mattarella gli dedicherà solo pochi minuti, la cosiddetta visita di cortesia, ma al Commissario europeo, invece, importa in particolare incontrare il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Perché?

Perché Moscovici è “politicamente” finito.

Esilarante il suo annuncio che non si presenterà alle prossime elezioni europee.

Caro Moscovici, “La volpe e l’uva” è stata scritta tanti anni fa, e la conoscono tutti, quindi perlomeno eviti certe figuracce. Lei non si candida non solo perché nel suo Paese non gode di buona fama, ma soprattutto perché il suo partito è praticamente scomparso. Quindi se si presentasse sarebbe sicuramente trombato.

Ed allora come si comporterebbe una persona “normale”?

Si farebbe da parte!

Dopo aver fatto tutti i disastri possibili, sia come Ministro dell’economia nel suo Paese, che come Commissario europeo a Bruxelles, sarebbe infatti “normale” farsi da parte, invece lei … cerca ancora un posto … ovviamente dove non servono voti per occuparlo, cioè … alla BCE.

Ed ecco allora la visita al Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, in cerca di “appoggi” per andare ad occupare fra un anno una poltrona di prestigio a Francoforte. Ovviamente non potrà aspirare a quella di Presidente, visto che la Francia ha già avuto Trichet (maledetto lui!!!) ed occupa tutt’ora quella al FMI (Cristine Lagarde), quindi aspira alla Vicepresidenza, o, in subordine, punta a far parte del Comitato esecutivo della Banca Centrale.

Ma ecco che arriva proprio ora una notizia clamorosa, l’Ufficio stampa della Regione Lazio comunica:

Oggi, giovedì 18 ottobre, alle ore 16:45, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti incontra Pierre Moscovici, il Commissario europeo per gli affari economici e monetari.       

Caro Sig. Moscovici, allora deve proprio essere arrivato alla canna del gas per abbassarsi ad incontrare anche Zingaretti, e Zingaretti deve essere proprio rincitrullito per richiedere un incontro con una delle persone che, in questo momento, è fra le più detestate dalla popolazione italiana.

E poi c’è chi ancora si chiede come mai il PD continua, anche nei sondaggi più recenti, a perdere voti e consenso.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Articoli correlati

Canale YouTube
SOLDI ALL'ESTERO? SIAMO SERI E FACCIAMO CHIAREZZA
Giornalisti la libertà di raccontare balle
BERLUSCONI VS SAVONA
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale