Renzi, proprio un bel Def (iciente)

Giancarlo Marcotti 2 Commenti

Avevo da poco pubblicato l’articolo “La truffa degli 80 euro” che concludevo con queste parole “Ribadirò sempre che Renzi, più che per l’impoverimento dell’Italia, dovrebbe essere condannato per la continua ed imperitura presa per i fondelli nei confronti di tutti noi. Venir derubati è detestabile, ma essere trattati da allocchi è semplicemente insopportabile.”,  ed ecco che il nostro Premier mi appare sugli schermi che mi presenta il Def (Documento di economia e finanza).

Mi sono cadute le braccia!

NOOOOOOOOOOOO!!!!!!

Sig. Renzi, lei non può fare questo, non è legale, non è lecito, non è ammissibile, non può prendere per il culo gli italiani in questo modo. Semplicemente … NON PUO’!!!

Non può presentarsi sugli schermi e dire “E’ finito il tempo in cui i politici chiedevano sacrifici agli italiani. Hanno già dato abbastanza.” “Nel Def non ci sono nuove tasse o tagli di spesa”

Non può permettersi di trattare gli italiani da stupidi, è ora di dire basta a tutto questo!

Non può dire che lo scorso anno le tasse sono diminuite di 18 miliardi. Naturalmente non serve che io vi dimostri che non è vero, lo sapete già, ma lasciatemi fare una semplice considerazione. Dato che il Pil del nostro Paese nel 2014 è stato di 1.542 miliardi, ciò significa che 18 miliardi sono l’1,17% insomma più dell’uno percento. Quindi se fosse vera questa diminuzione di tasse di 18 miliardi la pressione fiscale, cioè il rapporto fra le tasse pagate ed il Pil, che nel 2013 era stata pari al 43,4%, sarebbe dovuta scendere di oltre un punto (al 42,23% per l’esattezza) ED INVECE E’ SALITA AL 43,5% e questi sono dati Istat, QUELLI UFFICIALI, quelli che trasmettiamo all’Unione europea!!!

SIG. RENZI, COME PUO’ ESSERE COSI’ SPUDORATAMENTE FALSO!!!!!!

Come è possibile arrivare a dire che è l’Istat che si sbaglia!!!

Come è possibile mandare in televisione una derelitta come Paola De Micheli che ne sa di economia come Renzi sa l’inglese, a dire spudoratamente che è l’Istat che sbaglia.

Sig. Giorgio Alleva, Presidente dell’Istat, come può lei restarsene zitto al suo posto dopo che il Presidente del Consiglio ed un sottosegretario vanno in televisione a dire che lei non sa fare il suo lavoro e pubblica dei dati sbagliati? Perché non si alza da quella sedia e se ne va? Dove sta la sua dignità!!!!

Lo so sono imbestialito, ma come si fa a non esserlo? Come si fa ad accettare tutto ciò? Come è possibile che la nostra stampa al gran completo non insorga contro tutto ciò ed anzi, fa da cassa di risonanza al Governo?

E poi, scusatemi, poi finisco. Come può l’Italia riprendere la strada della crescita e risorgere se una ameba come Paola De Micheli è Sottosegretario all’Economia?!?!?

Ma ci pensate?

Sottosegretario all’Economia … Paola De Micheli

Pazzesco!!!

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro    

Articoli correlati

  • Mario Botta

    Giancarlo, lasciaci nella beata ignoranza. Non facciamo più caso a quel che dice Renzi.
    Se ci riveli tutti questi miseri giochetti ci fai morire lentamente e sempre più tristi. è una tortura aprire ogni giorno la fabbrica pensando a chi “rubare” i soldi per sopravvivere, per pagare i dipendenti, per non fallire e per non essere sbeffeggiati dai coglioni che affermano che la media degli imprenditori dichiara meno della media dei dipendenti.

Canale YouTube
COME "ABBATTERE" LA BCE
EURO DISASTRO Perché gli italiani non hanno ancora capito
PIANO B - riprendiamoci la sovranità
I più letti
FTSE Mib
Gli Ultimi Commenti
Osservatorio internazionale